Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

05 Lug
Vota questo articolo
(3 Voti)

Poesie agricole scritte n'campagne, praticamente terra terra

Forse non c’è nulla di più sincero di una dedica agli affetti più cari. Parole di amore e tenerezza offerte a chi la vita ce l’ha donata e a chi l’ha arricchita con la propria presenza. È questa bella semplicità che si legge nella frase introduttiva al testo di Maria Carinta Naccarella. Nata a Casoli, dove tutt’oggi risiede, Maria, che studia fino al conseguimento del diploma commerciale, vive una vita segnata dal profondo attaccamento alla terra.

Figlia di contadini e moglie di un imprenditore agricolo, non si è mai sottratta ai lavori dei campi di cui conosce vizi e virtù.

 L’impegno faticoso e la vita scandita dallo scorrere delle stagioni alimentano il suo desiderio di essere scrittrice, e in occasione del suo cinquantesimo compleanno il sogno comincia a prendere consistenza mediante la stesura del primo componimento. Da qui alla realizzazione delle altre poesie che costituiscono il libro il passo è davvero breve. “Poesie agricole scritte n’campagne, praticamente terra terra” (80 pagine in doppio formato: cartaceo e digitale, edite dalla BookSprint Edizioni) unisce e diffonde i legami di una vita. In quella che Maria considera – seppure forse inconsciamente - la soluzione perfetta per esprimere il suo mondo emotivo, è racchiuso il senso della sua missione: raccontarsi. Nei dieci componimenti di cui il testo è formato ci sono le esperienze di una donna, le preoccupazioni di una madre, i ricordi appartenenti ad una dimensione ormai passata, c’è l’impegno verso il proprio lavoro.

La scelta dell’uso del dialetto abruzzese risulta vincente e colma di realismo le poesie dell’autrice. Se sullo sfondo di ogni componimento aleggia la genuinità della campagna, è nel penultimo componimento che avviene il trionfo della vita contadina: descritta con indugio in ogni periodo dell’anno, è qui che si disegnano con mano ferma e sapiente immagini che introducono il lettore alla fatica quotidiana, insita nei lavori dei campi. E sottolinea una aspetto di cui spesso ci si scorda, ossia che la costanza ed il senso di responsabilità spesso falliscono contro il destino avverso.

Una raccolta di poesie che illustra realisticamente un mondo per alcuni lontano. Nello sfatare alcuni luoghi comuni sulla vita di campagna, Maria Carinta Naccarella offre al suo pubblico gli strumenti idonei per poter leggere la vera essenza del mondo contadino, per poter scoprire le reali interazioni tra uomo e natura

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Sabato, 05 Luglio 2014 | di @Damiana Perrella

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)