Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

22 Nov
Vota questo articolo
(2 Voti)

Rete Mantova per Elisa Nizzoli

Rete Mantova ha dà voce alla nostra autrice Elisa Nizzoli. In occasione della presentazione del suo libro, “Ciao amore mio”, le telecamere del network lombardo hanno cercato la giovane scrittrice  per ascoltare dalle sue parole la straordinaria storia raccontata nel volume.

«Questo “ciao” è un ritrovarsi in una possibile, futura vita, che non è questa terrena ma è quella dell’aldilà. È un ciao perché io non dirò mai addio a mio marito. Gli dirò per sempre ciao, perché per me rimarrà per sempre nel mio cuore. Abbiamo una bambina stupenda di cinque anni, lei è uguale a lui, e lui vive nella nostra bambina. Quindi per me sarò sempre un “Ciao amore mio”».

L’evento, organizzato dal gruppo culturale Elabora, è stato ripreso anche dalla Gazzetta di Mantova. Il quotidiano informa che la presentazione si terrà «al Teatro comunale Soms di Castellucchio, alle 20:45» di oggi.

Quella per la letteratura è una passione antica, per Elisa Nizzoli. «Il mio sogno nel cassetto di scrivere un libro c’è sempre stato, perché sono un’accanita lettrice, e quindi ho sempre desiderato scrivere. Mio marito me lo diceva, “dai Eli, cerca di scrivere un libro”. Poi la vita mi ha portato a dare priorità ad altre cose».

>>>Guarda l'intervista completa su Rete Mantova

Ma la scrittura è arrivata nella sua vita come una necessità, come una medicina. «Il 24 maggio del 2012, quando mio marito ha avuto un incidente stradale, le notti erano veramente difficili da sopportare. Non c’era niente che mi desse sollievo.
Una notte ho deciso di scrivere. Ho aperto il mio portatile, ho incominciato a mettere giù quali erano le mie sensazioni, i miei sentimenti.
Quando si perde una persona cara, si viene scaraventati in un’altra dimensione. Perché nulla di quello che era prima appartiene più alla tua vita di adesso. Quindi è tutto da riconquistare, per ricrearsi una nuova vita. Ed è una vita imposta, che non hai scelto».

Quelle notti insonni sono racchiuse in  “Ciao amore mio”. «Le persone mi chiamano, mi contattano, mi mandano messaggi, mi dicono grazie. E non c’è vendita di questo libro che sia paragonabile al “grazie” di queste persone.
Ma questo è un libro che non parla solo di morte. Parla dell’amore, parla dell’amicizia. Parla di vita, di cose che noi comuni mortali ci ritroviamo ad affrontare. Parla della fede, che ti dà la forza per alzarti e andare avanti. Sì, è un libro che parla di vita».

 

Venerdì, 22 Novembre 2013 | di @Carmine Morriello

1 COMMENTO

  • Link al commento Patrizia Serangeli inviato da Patrizia Serangeli

    La vita e la morte sono una sola cosa, anche se noi non riusciamo a percepire questa differenza perchè siamo abituati a vedere e non sentire.
    Un augurio particolare ad Elisa che scrivendo questo libro sicuramente si è riproposta di far vivere in eterno ciò che è stato e che sarà sempre. L'amore!

    Venerdì, 29 Novembre 2013 14:48

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)