Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

21 Lug
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Stefano Ventura

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?

Il vedere i propri pensieri "concretizzati" in un libro è un'emozione che probabilmente solamente chi scrive, può capire. Lo scrivere diventa un'esternazione del proprio io, il leggersi ferma il tempo in un preciso istante e l'essere letto è un viaggio nella mente dei lettori.



2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?

Realtà e fantasia si intersecano inevitabilmente. È il sogno che diventa realtà e la realtà che diventa sogno.



3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.

Il vedere il mio libro "LA SPADA DAMASCO" diventare nella traduzione in spagnolo "ESPADA DAMASCO" mi proietta oltre i nostri confini. Il pensiero di essere letto in lingua mi emoziona a tal punto che comincio anche a sognare in spagnolo.



4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?

La definizione di un titolo per me non è mai un problema. Soprattutto in questa situazione, dove il titolo in italiano è stato letteralmente trasposto in spagnolo.



5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?

Sicuramente tutti i classici dell'antichità, sia latini che greci.



6. E-book o cartaceo?

Per i miei allievi l'e-book e per i miei amici cartaceo.



7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?

Nel 2013 inizio a scrivere più per un bisogno personale che è diventato una certezza e poi una passione. È stata una scoperta tardiva, ma che non mi abbandonerà tanto facilmente.



8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?

La passione per la storia mi spinge al continuo studio di momenti o aspetti storici che mi appassionano e che mi piace romanzare. Invento personaggi e storie che inserisco in un contesto per me ideale, cercando di rendere il tutto fantasioso e nello stesso tempo reale. Aneddoto? Diciamo particolarità: mi piace studiare i luoghi, cercando di descriverli al meglio e andarli a vedere in un secondo momento, verificando se la mia descrizione è risultata efficace e precisa.



9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?

Al primo libro osservi e decidi ogni aspetto della realizzazione, dall'impaginazione, alla scelta della copertina (che cerco di realizzare personalmente), dalla foto in quarta. Ci pensi e ci ripensi mille volte perché il lavoro deve essere perfetto ed infine giungi all'atto conclusivo che ti riempie il cuore. Quando arrivi al quarto libro non cambia assolutamente nulla, anzi diventi sempre più pignolo mirando a perfezionare al meglio il tuo lavoro.



10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?

Le persone care e che ti vogliono bene sono i primi lettori. Nello stesso tempo sono i critici più feroci e non ti perdonano nulla. Così deve essere! Il voler bene non significa dire che il tuo lavoro va sempre bene!



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

È una cosa molto interessante. Penso che potrei pensarci anche in un prossimo futuro.



Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Articoli correlati (da tag)

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)