Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

24 Nov
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Maria Luisa Marani

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?

Sono di Loreto (Ancona) e qui abito. Sin da piccola ho avuto un animo sognatore e romantico. Ero e sono una buona osservatrice del mondo che mi circondava e mi circonda. Ho studiato e insegnato tanti anni. Mi sono sposata e mio marito è stato ed è il mio grande amore, ho avuto cinque figli, uno dei quali non c'è più. Il desiderio di scrivere è stato forte quando persi quel figlio ma non l'ho fatto perché il mio dolore era così intimo che non potevo ancora metterlo su carta. L'ho fatto poi nel 2015 pubblicando un libro con questa Casa Editrice dal titolo "Lisa - Storia di una donna".



2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?

Senz'altro il pomeriggio o quando ho tempo e voglia. Il pomeriggio ma anche in altri orari quando ne sento la necessità.



3. Il suo autore contemporaneo preferito?

Non c'è un autore preferito, leggo quelli che si avvicinano al mio sentire come un libro di Ilaria Rattazzi.



4. Perché è nata la sua opera?

La mia opera è nata, per caso, perché alla TV avevo visto alcune scene del film di Gillo Pontecorvo su "La battaglia di Algeri". Ho voluto approfondire facendo ricerche, ho scoperto che dell'Algeria non si parlava e non se ne parla molto e ciò mi ha incuriosito tanto da intrecciare una storia d'amore con vicende che possono essere accadute in Algeria, in Francia e in Italia. Vorrei che tutti conoscessero la storia di quel popolo e in particolare dei Berberi.



5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?

Nella mia formazione letteraria ha influito la passione per lo studio quando andavo a scuola e la lettura di tanti libri specialmente in gioventù. Quando ero giovane non c'era la TV , non c'era Internet, il computer era per un domani, c'erano negli uffici dei "calcolatori". Anche la mia famiglia era semplice, tutto era più semplice. Il vocabolario, i racconti degli anziani erano la fonte della conoscenza della mia generazione. Per i sognatori e per il piacere di apprendere c'erano i libri.



6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?

Scrivere è tutte e due le cose.



7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?

I sentimenti e la fantasia.



8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?

Penso mio marito che ascoltava ciò che scrivevo e mi dava e mi dà il suo contributo incoraggiandomi.



9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?

La persona che ha letto per prima è stata la mia amica Sandra che ha espresso il suo parere definendo il mio libro interessante e emozionante. Spero che lo sia per tanti lettori.



10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’e-book?

Non lo so, ma può darsi. Verrebbe a mancare il contatto fisico con la carta e la scrittura: il libro cartaceo è meno veloci, ma più coinvolgente.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Penso che sia una cosa molto interessante per chi è ipovedente.

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Sabato, 26 Novembre 2016 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)