Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

11 Dic
Vota questo articolo
(1 Vota)

Intervista all'autore - Raffaele Galantucci

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto?

Sono nato a Spinazzola un paese della Puglia in provincia di Bari, sono arrivato a Milano all'età di 6 anni e qui ho fatto le scuole: elementari e avviamento di tipo commerciale. Ho iniziato a lavorare all'età di quattordici anni facendo l'elettricista fino al momento della pensione. Poi mi sono dedicato a diverse altre cose fino al 2013 quando ho deciso di scrivere il primo libro, stampato sempre da voi nel 2014. E devo dire di essere contento di avervelo fatto fare, siete molto professionali.




2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?

A me è piaciuto molto il libro: "Cuore" di De Amicis, che ho letto all'età di dodici anni circa e che ricordo ancora abbastanza bene. Però anche "Zanna bianca" di London, oppure il "Piccolo lord " di Burnett non sarebbero male.



3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ e-book?

Mi dispiace tantissimo perché per me il libro è cartaceo e mi piace sfogliare le pagine leggendo. Però capisco che l'e-book è già il futuro per la comodità della gestione di diversi volumi contemporaneamente senza portare in giro peso eccessivo.



4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?

Ne l'uno ne l'altro, siccome a me piace molto leggere (qualsiasi cosa) ho voluto provare a vedere se ci riuscivo anche a raccontare.



5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?

Dunque! Il primo, “Media tensione”, per la ragione che ho esposto alla sua domanda precedente, mentre questo per vedere se riuscivo a dare un seguito a ciò che ho già narrato e che può accadere ad una persona che vive una vita normale, per poi trovarsi in strane situazioni senza volerlo.



6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?

Nessuno fondamentalmente, solo far divertire (possibilmente) gli amanti di questo genere letterario. Spero di riuscirci.



7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?

No nulla di tutto ciò, ho iniziato per fare una prova, ma adesso devo dire che mi piace.



8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?

Si, ma più che altro alla sorpresa di mia figlia, quando gli ho spedito il pdf sia del primo che del secondo, per fargliele leggere prima di tutti e sentire il suo parere. Era abbastanza incredula e meravigliata perché non ne era assolutamente al corrente.



9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?

No, avevo già in mente quello che poi ho narrato, naturalmente prendendo degli appunti e poi elaborandoli durante la stesura stessa.



10. Il suo autore del passato preferito?

Stando sempre su questo genere di narrazione, mi piace molto il modo di scrivere di Giorgio Scerbanenco, forse lo conoscono in pochi ma mi piace anche perché i suoi racconti sono ambientati a Milano, che descrive molto bene. Però se andiamo più lontano nel tempo mi piace anche Alessandro Manzoni con il suo capolavoro.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Trovo che sia una cosa molto bella, specialmente per le persone che non hanno la possibilità di poter vedere.



 

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Venerdì, 11 Dicembre 2015 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)