Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

17 Ott
Vota questo articolo
(2 Voti)

Come il silenzio nella nebbia

La tematica della diversità, dell'handicap, si unisce a quella del destino, della ricchezza, della spiritualità e della religione per regalare al pubblico "Come il silenzio nella nebbia. Racconti brevi", il nuovo libro a firma di Antonio Ignaccolo. Edita per i tipi di BookSprint Edizioni, e quindi disponibile nella duplice versione del formato digitale elettronico e nella veste classica cartacea, l'opera si compone di 84 pagine attraverso le quali l'autore espone il suo mondo, il suo punto di vista, differente, il suo senso di ribalta della condizione attuale.

 Nato a Ispica, in provincia di Ragusa, il 6 giugno del 1947, Antonio Ignaccolo si è diplomato all'Accademia di belle arti di Bologna e ha lavorato per trentacinque anni in un'agenzia di assicurazioni. Tra gli hobby, oltre alla scrittura (indipendentemente a mano o al computer), ci sono la musica classica e la pittura, che lo aiutano ad esternare ciò che il suo animo da tempo nasconde. È infatti affetto da tetraparesi spastica e la sua vita lo costringe su una sedie a rotelle, dalla quale osserva il mondo e il modo "diverso" degli altri di percepire l'handicap.

Ciò non gli impedisce, però, di guardare avanti e di vivere con passione e vivacità i propri interessi. E da qui nasce proprio "Come il silenzio nella nebbia", una raccolta di racconti brevi che si susseguono, dipanandosi in svariate vicende, che hanno tutte lo scopo di mostrare uno spaccato beffardo e moralmente "malato" della società, nel tentativo di lasciale al lettore un insegnamento o, almeno, un punto di partenza dal quale iniziare un percorso di riflessione e ragionamento.

Il libro è, perciò, un grido nel silenzio, tra la nebbia (da qui il titolo) della solitudine, per dire "ci sono anche io, ci siamo anche noi", quelli che gli altri definiscono "diversi" solo perché non riescono a capire, ad empatizzare. Situazioni diverse, personaggi vari che si muovono in luoghi e ambienti tutti differenti, per mostrare al mondo come l'insensibilità delle persone spesso, troppo spesso, possa fare più male della malattia stessa.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Venerdì, 17 Ottobre 2014 | di @Dario D’Auriente

Articoli correlati (da tag)

Altro in questa categoria: « Rose di Piombo Giorni immobili »

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)