Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

16 Lug
Vota questo articolo
(1 Vota)

Io della vita non so nulla

Storie di vita che si intrecciano, una casa che ha tanto da raccontare, ospiti diversi che hanno tutti un'esistenza sofferta alle spalle, la scomparsa di un ragazzo. Questi sono i principali elementi del nuovo romanzo di Francesco Pala, autore di "Io della vita non so nulla". Edita per i tipi di BookSprint Edizioni e disponibile sia nella classica versione cartacea che nella dimensione digitale più fresca e moderna, l'opera è frutto dell'invenzione dello scrittore ma si muove bene tra paesaggi e personaggi attuali.

La trama. Sardegna. Giaime vive nella casa di riposo "Cristo felice", a Nuoro. La sua è un'esistenza difficile, complicata, ma nella casa non è solo. Con lui ci sono Adele, la maestra cieca, Lello, un pugile, Carmela, donna depressa alla ricerca dell'amore, Natale, profanatore di tombe, Serena, studentessa universitaria con un omicidio alle spalle, Rosaria, prostituta di mestiere, zio Salvatore, un vecchio ubriacone, e tanti altri inquilini, come un bambino orfano di entrambi i genitori.

 Nella notte Giaime scappa, nonostante le raccomandazioni della sua maestra, e le vicende dei vari coabitatori del ragazzo si intrecciano nella ricerca del giovane. La storia si dipana così proprio attraverso le voci dei diversi ospiti, che cercano di capire in tutti i modi che fine abbia fatto il fuggitivo, ma arriveranno solo ad una drammatica verità. La loro è una vita da emarginati, solitari, eremiti della società, che li ha relegati ad una posizione defilata all'interno della civiltà.

Nelle 100 pagine del romanzo, l'autore si muove con sagacia e abilità tra i vari personaggi, riuscendo a gestire la narrazione attraverso uno stile molto ritmico e veloce che non appesantisce mai la lettura, pur descrivendo e raccontando con precisione di dettagli eventi, storie e incontri.

Francesco Pala è nato proprio a Nuoro ed è un classe 1973. Sin da giovane ha sviluppato una forte passione per la scrittura, che lo ha portato, dopo la laurea in Filosofia, ad intraprendere la strada del giornalismo, diventando professionista nel settore, direttore della rivista filosofica "Giornale critico di storia delle idee" ed anche insegnante. Dopo "Rosso a cinque punte", del 2011, e diverse pubblicazioni di saggi di filosofia francese contemporanea, su Nietzsche e sul pensiero psicanalitico, con "Io della vita non so nulla" è al suo secondo romanzo, col quale spera di arrivare alla ribalta della scena letteraria italiana. 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Mercoledì, 16 Luglio 2014 | di @Dario D’Auriente

Articoli correlati (da tag)

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)