Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

25 Ott
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il mio grido di dolore

Dalla vita reale alla carta scritta. Potremmo riassumere in questo modo lo scopo letterario di "Il mio grido di dolore", il libro documento di Orietta Giordani dedicato soprattutto alle donne, attraverso il racconto di storie reali con cui l'autrice è entrata in contatto nel corso della sua vita. L'opera, edita dalla BookSprint Edizioni, è perciò una testimonianza forte e intensa contro tutte le forme di violenza sulle donne.
 
L'idea del libro nasce proprio dalla professione dell'autrice. Orietta Giordani è, infatti, un'operatrice sanitaria. Nel corso della sua vita lavorativa, è entrata in contatto con molte donne vittime di violenze fisiche, psicologiche, abusi psico-fisici, bullismo, stalking, fino a giungere al femminicidio. Il loro sfogo è diventato così un libro, per dire basta a tutto questo. Perché non è più possibile accettarlo nel 2018. Si tratta perciò di storie vere, nude e crude, che raccontano la realtà.
 
Senza più identità, amor proprio, dignità, Marta, Anna e tutte le altre protagoniste trascorrono le loro esistenze credendo inizialmente di star vivendo una favola, che però ben presto si trasforma in un vero e proprio incubo, dal quale uscire è sempre più difficile. Una violenza dopo l'altra, il silenzio è il loro unico compagno, fino alla consapevolezza che non è tutto giusto. Anzi, è tutto, troppo, follemente sbagliato.
 
La struttura del testo lineare, il linguaggio comprensibile e l'esposizione chiara e concisa permettono al lettore di immedesimarsi man mano nelle diverse storie che si susseguono nelle 110 pagine del libro, facendolo però con la stessa delicatezza con cui l'autrice narra le vicende. Il testo offre perciò molti spunti di riflessioni su temi sempre più presenti nella nostra quotidianità, e proprio per questo sempre più scottanti e toccanti.
 
Nata a Roma, Orietta Giordani si è poi trasferita con la famiglia nella vicina Valmontone. Amante degli animali, dopo la morte prematura del padre, e dopo essere diventata un'operatrice turistica, decide di cambiare vita iniziando gli studi nel settore sanitario, consapevole della propria volontà di fare della sua professione una missione. Ha lavorato in molti ospedali e associazioni di volontariato nel Lazio e la sua esperienza è tutta al servizio di "Il mio grido di dolore", col quale prova a dare un ulteriore senso a tanti anni di lavoro e lotta pacifica e silenziosa a favore delle donne.
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)