Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 75

BookSprint Edizioni Blog

17 Dic
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il coraggio dell'utopia

Conoscere la storia per comprendere il presente, imparare dal passato e dai suoi errori per costruire il futuro: è questo il messaggio che arriva dal ponderoso volume di Rocco Giuseppe Micò dal titolo “Il coraggio dell’utopia”. Una ricerca storica di oltre seicento pagine edita da BookSprint Edizioni (anche in versione e-book) con la quale si fa luce sulle utopie che hanno accompagnato il Novecento, sulle loro illusioni e sui disastri provocati in Europa.

 La bussola per raccontare il secolo dei totalitarismi è la vita di Benito Mussolini. Riscoprendo le origini storiche e culturali del fascismo, l’autore ci fa leggere l’humus nel quale l’uomo che diventerà il duce ha coltivato le proprie passioni, la propria inarrestabile ascesa politica fino al mesto e ineluttabile declino. Una storia individuale che però è emblematica dei travagli di un intero paese e di un intero continente.

Il libro si apre con un’approfondita rassegna delle ideologie totalitarie, a partire dalla dottrina del Partito Comunista e , fino a risalire alla Rivoluzione Francese per analizzarne il suo lascito politico e sociale. In questo crogiuolo di culture e di fermenti che attraversano la Vecchia Europa, si formano gli ardori giovanili di Mussolini, nutriti di anarchia e socialismo rivoluzionario. Micò tuttavia si spinge oltre e narra la vicenda umana del giovane Benito, anche attraverso particolari inediti, rivelando aspetti ai più sconosciuti, come quell’infanzia «inquieta e meditativa» o quella giovinezza trascorsa come operaio e studente in Svizzera che pure svolgeranno un suo ruolo formativo nella edificazione dell’utopia mussoliniana, insieme ai dolori e agli sconvolgimenti prodotti dalla Grande Guerra. È in tutte queste molteplici esperienze che trovano radici quelle che l’autore chiama «l’utopia e la follia» ed è lì che, probabilmente, va poi ricercata la ragione di quel «crepuscolo della ragione» che oscurerà la prima metà del Novecento.

Completato da un ricco apparato di documenti storici, quali articoli di giornale, lettere, discorsi, bollettini di guerra, dispacci radio, il libro di Rocco Giuseppe Micò si propone dunque come un saggio di storia politica atraverso il quale rivivere, con rinnovata sintesi, quel mezzo secolo di turbamenti che poi ha prodotto l’affermazione delle grandi democrazie europee a partire dalla nascita della Repubblica Italiana.

«La Storia – scrive Micò- non è né deve essere la pietra sepolcrale delle vicende umane né il labirinto dalle immagini fugaci e bugiarde, ma stessa narrazione veritiera di un popolo in cammino, di una civiltà che tende a rinnovarsi facendosi carico del proprio passato».

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Mercoledì, 17 Dicembre 2014 | di @

Articoli correlati (da tag)

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)