Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

16 Gen
Vota questo articolo
(2 Voti)

Miniutti vince il Premio Stella di Natale

Importante riconoscimento per Giacomo Miniutti. L’autore di “Quando nessuna fonte dissetava”, uscito per BookSprint Edizioni nel 2012, ha vinto la 46° edizione del Premio Stella di NatalePer la sua apprezzata testimonianza contro le dipendenze, causa di degrado umano e di emarginazione sociale”.

La notizia è stata ripresa da Pordenone Oggi: «Il premio che si ripete dal 1967, viene assegnato annualmente con il patrocinio della Provincia e del Comune di Pordenone a cittadini, associazioni, istituzioni pubbliche o private che si siano distinti per la loro continua e benemerita opera di assistenza disinteressata a favore di chi, per qualunque ragione, si sia trovato in condizioni di bisogno».
Miniutti, alcolista per trent’anni, è oggi impegnato in attività di volontariato. La sua stessa esistenza è la prova che dall’alcool si può uscire. Proprio in questo percorso di testimonianza si colloca la pubblicazione di “Quando nessuna fonte dissetava”. Anche Il Gazzettino di Pordenone ha ripreso la sua storia: «Ha raccontato il suo dramma interiore, che un percorso di fede e scrittura gli hanno permesso di vincere».
L’eco del suo percorso di riabilitazione, riconosciuto dalla recente premiazione, è arrivato sulle pagine di FriuliWeb: «Per lunghi anni ha conosciuto e convissuto con un disturbo-disagio dal quale pareva non ci fossero scappatoie. Ma con grande umiltà, tanto coraggio e forza di volontà ha trasformato questa sua umana debolezza per una “sete assurda” in una fonte inesauribile di risorse, che ora dona, condivide e trasmette ad altri bisognosi. Sono oltre sedici anni che ha coniato il suo motto, assunto dalla preghiera di San Francesco, che dice: “È dando che si riceve” […].
Proprio l’aver vissuto la difficoltà in prima persona l’ha reso sicuramente più sensibile e attento alle miserie e alle difficoltà dell’uomo, soprattutto, degli “ultimi”; senza mai perdere la speranza in quel Dio che affanna, ma poi ti resuscita».
È lo stesso FriuliWeb a sottolineare lo scopo nobile di “Quando nessuna fonte dissetava: «Proprio nella visione del “dare”, che caratterizza e da valore alla sua vita, Giacomo “scrittore” utilizza il ricavato dei diritti d’autore per sostenere le sue iniziative di solidarietà e volontariato. Nell’ultimo libro racconta la sua storia con la “sete assurda”, dal lieto fine e con la speranza che i giovani si ricredano dalla convinzione che a loro non potrà mai capitare di incontrare “un inciampo” e cadere dentro una buca, così profonda, da non poter risalire».
Complimenti, Giacomo, continua così.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)