Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

29 Ott
Vota questo articolo
(2 Voti)

Intervista all'autore - Damiano Campana

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?
Per me scrivere è un luogo, un luogo dove io posso scrivere tutto quello che voglio, come voglio e quando voglio, come fosse un rifugio e lì mentre scrivo è come se tutto sparisse, la casa, la mia ragazza, le bollette, la vita stessa. Ci sono solo io e il mio futuro libro.
 
2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?
Quasi nulla, forse solo una cosa, io stesso. Nel mio libro i protagonisti sono due, con emozioni diverse e caratteri diversi, sono proprio questi caratteri diversi a definirmi, infatti i due protagonisti spiegano i miei due caratteri, ho sempre pensato in passato di avere due lati, uno buono e uno, non cattivo ma freddo, così decisi di rappresentarmi tramite due protagonisti.
 
3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.
Qualcosa di emozionante, tramite quest'opera, la mia prima opera, definirà chi voglio diventare, uno scrittore, perché è davvero ciò che voglio, perché amo scrivere e amo quello che faccio.
 
4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?
Non dico che è stato semplice, ma neanche tanto difficile, perché già il libro stesso disegnava il nome.
 
5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?
Credo nessuno dei due, se parliamo di un'isola deserta direi solo, forse perché la solitudine è il modo migliore per scrivere, come i poeti e scrittori passati, loro erano isolati dal mondo stesso, perché avevano bisogno di tranquillità, come per me. Quindi non ho dubbi, si la solitudine è l'arma vincente per scrivere un libro.
 
6. Ebook o cartaceo?
Per ora direi tutti e due, ma in futuro dovremmo fare spazio all'ebook, per un mondo migliore, la carta e la plastica dovranno scomparire e spero al più presto.
 
7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?
Quando finii la scuola, con il passare dei mesi cominciavo ad avere una sorta di passione per la scrittura, che col tempo diventava sempre più forte, perché non solo mi fa essere felice e mi faceva stare bene, ma anche perché quando magari leggevo una storia, o vedevo un film, pensavo sempre e se fossi io a manovrare la storia, cosa farei? Questo tutt'ora mi spinge e mi fa stare bene.
 
8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?
Nasce più che altro per una voglia, non ha molti spazi significativi essendo tutta fantascienza, però nel mio libro, ho introdotto molti valori, l'amicizia, l'amore, il coraggio e il sacrificio, dove i protagonisti di questa storia vivono a pieno.
 
9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?
È un'emozione unica, sono al settimo cielo sapendo che il mio libro diventerà realtà, perché è simbolo di tanto sacrifico e fatica, anche se l'ho fatto con tutta la volontà e amore di questo mondo.
 
10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?
Una volta finti i primi due titoli li feci leggere ad un mio amico, dopo averli letti, si è complimentato e mi ha spronato a pubblicarlo perché valeva molto, anche se avevo paura, non perché non credevo alle mie forze, ma la paura del rifiuto, però posso dire con certezza che non mi avrebbe fermato. Quindi vi ringrazio per aver creduto in me e nel mio libro, e in futuro mi impegnerò al meglio per inventare libri fantastici.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
È un'idea ingeniosa e rivoluzionaria, anche se non ho dimestichezza con esso. Di questi ultimi tempi far spazio alla tecnologia è imperativo, per migliorare ciò che abbiamo.
 
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Venerdì, 29 Ottobre 2021 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2023 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)