Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

19 Gen
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Vincenzo Palumbo

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto?
Sono nato a Ercolano provincia di Napoli, praticamente mi affacciavo sugli scavi di Ercolano,la passione per la storia e archeologia mi hanno sempre connotato fin da piccolo. Poi mi sono trasferito a San Giorgio a Cremano iniziando gli studi tecnici, con diploma itis. seguendo sempre storia e archeologia, in modo particolare il medio oriente, la culla della nostra Storia! Poi ho iniziato gli studi economici con laurea in economia e commercio e master in economia internazionale. Attualmente vivo a San Nicola La Strada -Ce- .
 
2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?
“Il mondo di Sofia” di Garder e anche i sui successivi libri. La storia della filosofia negli occhi di una ragazzina.
 
3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ eBook?
Il libro cartaceo serve, secondo me, ad una maggiore concentrazione e meditazione sulle singole parole. Spero che non diventi la fine del libro cartaceo.
L'ebook non piace perché mi dà la sensazione di volatilità di pensieri e concetti!! E dove sta la bella sensazione di sottolineare con una matita, pennarello, etc.???
 
4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?
Ho sempre scritto qualcosa: i pensieri notturni, i bilanci di vita annuale, riflessioni sulla vita, preparazione e report professionali, papers. Ritengo che tutte le persone, in modo particolare i giovani, devono, ma devono abituarsi a scrivere di più!!! Qualsiasi cosa, ma scrivere molto.
 
5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?
Il libro nasce, in primo luogo, dalla mia storia personale e di cultura del Medio Oriente; in secondo luogo, è un Paese che si può ricordare solo per le guerre che ha subito nel corso degli anni - guerre non volute dallo stesso Paese- , ma non è il Libano che si deve conoscere; infine, è un Paese bellissimo, molto occidentale ed è importante che si conosca meglio e bene. Invito tanti italiani a visitare questo bellissimo Paese, ricco di Storia (5 siti UNESCO) citato 70 volte i cedri nel Vangelo e, molto vicino al popolo italiano.
Il mio libro nasce dalla voglia e passione di far conoscere questo Paese dal punto di vista storico, archeologico e turistico!!
 
6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?
Studiare il Medio Oriente e, attraverso questo libro, conoscere uno dei Pese più belli e occidentali vicino a noi.
 
7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?
Pian piano nel corso degli anni ho iniziato a scrivere; inizialmente per lasciare sempre qualche traccia dei pensieri e riflessioni, poi man mano ho sentito l'esigenza di approfondire le mie curiosità culturali.
 
8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?
Il primo pensiero di questo libro nasce già molti anni fa con la strage di Sabra e Chatila.
 
9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?
Mai.
 
10. Il suo autore del passato preferito?
I classici tutti: dal mondo greco-romano fino all'800, in modo particolare gli autori francesi e russi.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
In una prima e veloce conoscenza del testo può anche andar bene; ma la vera riflessione e concentrazione, dove il lettore è solo nella intimità del testo, ritengo che solo ed esclusivamente il libro cartaceo possa dare tutte le emozioni di esso.
Poi quando avremo l'intelligenza artificiale e ci avvicineremo al mondo di Blade Runner ...allora sarà tutto diverso.
 
 
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)