Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

17 Lug
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Sabrina Nicoletto

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?
Scrivere è evadere dalla realtà, rifugiarsi in un mondo lontano, è sognare, è vivere momenti piacevoli, è relax. Le emozioni che si provano sono diverse, è passione per la scrittura, è commozione nel rivivere attimi e istanti, è gioia nell'esprimere le proprie sensazioni.
 
2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?
Il libro è incentrato prevalentemente sulla mia quotidianità, è molto reale, è un diario, ma soprattutto sono ricordi e le emozioni del passato.
 
3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.
Scrivere il modo inerme ha significato un modo per esprimere le mie sensazioni, le mie paure in questo periodo così particolare della nostra storia, cercando di condividerle con il pubblico. Il lettore si immedesimerà in ogni azione, e in ogni sensazione.
 
4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?
La scelta del titolo è stata semplice ho unito due parole molto significative in questo periodo, mondo e inerme. Stiamo lottando contro un nemico senza armi a mani nude.
 
5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?
Il libro che porterei con me in un’isola deserta è un romanzo di Paolo Coelho "Sulla sponda del Fiume Piedra mi sono seduta e ho pianto". È la storia di una amicizia, che si trasforma a poco a poco in sentimento e poi per colpa del destino solo in un ricordo. È un libro che mi ha colpito molto soprattutto per il modo spirituale in cui viene trattato l'amore.
 
6. Ebook o cartaceo?
Sebbene la lettura su e book sia il futuro di noi lettori, io preferisco il cartaceo.
Sfogliare le pagine di carta, toccarle con mano, e sentirle è un’emozione diversa e una sensazione vera. Con l’ebook la lettura è più fredda, distaccata.
 
7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?
Scrivere è sempre stata una mia passione fin da piccola e oggi l'ho trasformata in una professione.
 
8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?
L'idea di questo libro nasce da un momento di riflessione interiore e dall'incontro di alcuni pazienti di mio marito. Conoscerli mi ha reso ancora più sensibile e più consapevole che la battaglia più dura che combattiamo è con la nostra vita.
 
9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?
È una grande emozione, è vedere realizzati i propri sogni, la nascita di una creatura che poco a poco prende vita.
 
10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?
La prima persona è stata mia mamma, è la mia confidente, è la mia forza. È stata una sua idea pubblicare l'opera.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
È una frontiera innovativa, è una maniera per rilassarsi con la lettura.
 
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Venerdì, 17 Luglio 2020 | di @BookSprint Edizioni

2 COMMENTI

  • Link al commento Rina inviato da Rina

    Complimenti all'autrice, il racconto ripercorre fedelmente le nostre esperienze e il nostro stato d'animo in un periodo unico e difficile per tutti.

    Domenica, 16 Agosto 2020 19:21
  • Link al commento Paola e Angelo inviato da Paola e Angelo

    Bellissimo racconto che si legge tutto d'un fiato e che
    fa rivivere al lettore le ansie e le emozioni di quel
    terribile periodo. Complimenti all'autrice.

    Venerdì, 24 Luglio 2020 16:32

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)