Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

23 Mag
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Fabio Castrignano

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?
Sono Fabio, ho 28 anni e sono di Venaria Reale, paese della provincia di Torino. Lavoro in un supermercato, conduco un programma radiofonico in una radio locale di Torino, gioco a calcio e convivo felicemente con la mia compagna. Non c'è stato un giorno preciso in cui ho deciso di diventare scrittore. Tempo fa tenevo un diario dove scrivevo le mie "memorie" e allora ho deciso di farle combaciare con la mia fantasia per far diventare il tutto un bel romanzo.
 
2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?
Con il lavoro che svolgo ad orari "sfalsati" non c'è un momento preciso in cui riesco a dedicarmi di più nello scrivere. Può essere di mattina, pomeriggio o sera; quando riesco a ritagliarmi un po’ di tempo tra i vari impegni ecco che quello diventa il buon momento per scrivere.
 
3. Il suo autore contemporaneo preferito?
Fabio Volo e Massimo Gramellini.
 
4. Perché è nata la sua opera?
È nata perché avevo voglia di buttare giù una storia che avesse un bellissimo mix tra i miei pensieri e la mia creatività.
 
5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?
Abbastanza. Ma ciò che mi ha dato spunto per scrivere alcune parti del mio romanzo, è il presente, il contesto sociale moderno in cui vivo.
 
6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?
Dipende dal tipo di storia che si vuole raccontare. Nel mio caso posso solamente dire che è un po’ tutte e due le cose: quando scrivo entro nel mio mondo che è fatto principalmente di situazioni astratte, che non esistono, così come di situazioni reali.
 
7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?
Direi il minimo indispensabile per far sì che la storia sia più interessante. In ogni romanzo o libro, c'è sempre un po' dell'autore stesso.
 
8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?
Certo. La mia compagna è stata palesemente di aiuto nella realizzazione del libro, soprattutto a livello ortografico. Le sue accortezze e le sue precisazioni mi sono servite tantissimo.
 
9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?
Alla mia compagna.
 
10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?
Credo che l'ebook sia un'ottima alternativa alla lettura tradizionale. Personalmente mi dispiacerebbe tantissimo se, però, si perdesse l'abitudine di leggere libri cartacei. Spero che anche in un futuro lontanissimo l'ebook rimanga come ottima alternativa, ma lo sfogliare con mano delle pagine rimane sempre una delle cose che amo.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
È un'altra innovazione che può piacere. Il mondo va avanti ed è giusto che, piaccia o no, nascano nuove invenzioni.
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Giovedì, 23 Maggio 2019 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)