Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

18 Mar
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Pina Bifulco

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?
Parlare di me… non basterebbero tutti i papiri del mondo...scherzo, mi è difficile parlare di me, posso dire di essere una combattente, non rinuncio facilmente, cerco sempre la soluzione alle faccende per non farle diventare problemi… come in questo momento che sono sprovvista di occhiali e se commetto errori di scrittura non me ne vogliate... Da dove vengo?... Salerno… bella città... oggi a dire il vero un po’ rovinata con cittadini non proprio modello, e immigrati che ne stanno prendendo possesso... non ho mai deciso di diventare scrittrice… semplicemente sono nata con in mano una penna...
Scrivo praticamente da quando ero piccina… poi una volta cresciuta mi hanno fatto… "Ma sai che scrivi belle cose!! prova a pubblicarle…" Eccomi or dunque al vostro cospetto.
 
2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?
Sempre, in ogni luogo.
 
3. Il suo autore contemporaneo preferito?
Devo esservi spudoratamente sincera?... Non ne ho idea.
 
4. Perché è nata la sua opera?
Per i motivi perché ci ho indicato sopra... ma a ragionarci su… è la mia vita... le mie esperienze... il mio tutto.
 
5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?
In una scala da 0 a 100... 200.
 
6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?
Raccontare la realtà.
 
7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?
Tutto.
 
8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?
Mio figlio, il mio compagno, mia cognata.
 
9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?
Il mio compagno.
 
10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?
Questo è un discorso da affrontare con le pinze... io adoro il cartaceo... le librerie polverose... la carta sfiorata dalle dita... I tomi antichi che emanano odore di vecchio ma non sorpassato.. l’ebook… freddo, impersonale... ma il futuro è anche questo… quindi, chapeau.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Ecco... anche qui stesso discorso, può piacere o anche no ma, ben venga il futuro è l’innovazione.
 
 
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Lunedì, 18 Marzo 2019 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)