Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

30 Ott
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Lorenza Falcinella

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto?
Sono nata e cresciuta a S. Pietro Samolaco, un piccolo paese in provincia di Sondrio e vicino al confine svizzero.
 
2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?
"Mille splendidi soli", di Khaled Hosseini. E' importante che i ragazzi giovani si rendano conto di cosa significhi vivere l'orrore dell'oppressione e della guerra.
 
3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ eBook?
Penso che sia una cosa naturale: tutto cambia e si evolve. L'importante è che i due tipi di produzione (cartacea e digitale) continuino a coesistere pacificamente, senza che l'eBook si imponga in modo eccessivo sul suo "fratello" cartaceo. Comunque non si deve dimenticare una cosa: per la lettura digitale si è per forza di cose costretti a dipendere da una connessione a Internet o dalla corrente elettrica, mentre il libro cartaceo è indipendente da questi fattori.
 
4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?
Direi un amore ponderato, anche se quando si scrive un libro i "colpi di fulmini" sono tanti!
 
5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?
L'amore per un luogo meraviglioso che si chiama "Pian Dei Cavalli", un altipiano situato nella Valle Spluga a oltre 2000 metri di quota (provincia di Sondrio).
Questo luogo mi ha dato l'ispirazione per scrivere il mio primo racconto: "La leggenda del Pian Dei Cavalli", appunto. Il fatto di scrivere questa storia ha risvegliato una parte sopita dentro di me e a questo racconto sono seguiti spontaneamente gli altri.
 
6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?
Nulla può mai separare veramente chi si ama davvero. Nemmeno la stessa morte.
 
7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?
Diciamo che ne ho preso coscienza pian piano, anche se già da bambina mi piaceva moltissimo dare libero sfogo alla fantasia.
 
8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?
Nessun episodio particolare, se non la gioia di scrivere.
 
9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?
Mai.
 
10. Il suo autore del passato preferito?
Ne ho diversi, ne cito uno: Franz Kafka. Sento con lui una strana affinità interiore.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
É una cosa buona, perché no? Poi penso che per i non vedenti sia una cosa utilissima. Mi auguro che l'audiolibro continui sempre a esistere, soprattutto per queste persone.
 
 
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)