Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

31 Ott
Vota questo articolo
(2 Voti)

Intervista all'autore - Roberto Piemonte


 
1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto?
Sono nato a Eboli e sono vissuto a Campagna. Poi per motivi di famiglia e, successivamente, di lavoro, sono vissuto a Oliveto Citra e a San Gregorio Magno dove tutt'ora vivo e opero.
 
2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?
Il Diario di Etty Hillesum.
 
3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ eBook?
Non guardo con pessimismo i progressi tecnologici legati anche all'editoria, ma credo che un libro cartaceo sia insostituibile per la lettura.
 
4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?
Se guardo alla mia esperienza sono solito scrivere in attimi di particolare creatività.
 
5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?
Tra i tanti motivi sicuramente quello di proporre all'uomo di oggi la possibilità di tornare a pensare alle grandi domande che fanno parte dell'interiorità dell'uomo.
 
6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?
Di essere insieme con l'autore costruttore del testo: per questo motivo ho lasciato i brani che commento nella lingua originale e ho preferito accennare piuttosto che essere esauriente nel commento.
 
7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?
La lettura mi ha accompagnato fin dall'infanzia, credo che ad un certo punto della vita si ha anche voglia di affidare ad altri i sentimenti, le emozioni, le storie, gli interessi, che hanno arricchito il proprio bagaglio personale.
 
8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?
Il mio libro nasce per un'esigenza di approfondimento di un autore molto importante nella storia della Chiesa e della spiritualità medievale. Allo stesso tempo ho potuto constatare quanto sia vicino alle nostre inquietudini e problemi per questo ho pensato di dargli voce con la mia interpretazione.
 
9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?
Sì. Mi sono imbattuto in un'opera - I Moralia in Job - che sono una summa di teologia, filosofia, spiritualità e etica. Di fronte a questo labirinto non è stato facile sempre trovare una sintesi e un argomentazione che fosse comprensibile per la sensibilità moderna e, allo stesso tempo, non tradisse il messaggio originale dell'autore.
 
10. Il suo autore del passato preferito?
Agostino.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Spesso faccio esperienza di questa modalità di lettura soprattutto per gli impegni di lavoro che non sempre consentono di fermarti e leggere con calma. Come per l'e-book anche l'audiolibro se serve per raggiungere più lettori e appassionare alla lettura che ben venga.
 

 

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Mercoledì, 31 Ottobre 2018 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)