Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

14 Mar
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Sabrina Marchetti

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?

Scrivere per me è trasportare le mie emozioni su di un foglio. Sono una persona che vive la vita intensamente e ne colgo ogni sfumatura, sia della natura e dei rapporti che vivo. Trascriverle è come comunicare più a fondo su ciò che provo, che avverto, cosa che molto spesso non mi riesce ad esprimere dialogando. Provo gioia quando riesco ad farmi comprendere e trasmettere sensazioni positive.



2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?

È un'autobiografia, quindi tutto corrisponde al vero e a ciò che ho vissuto.



3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.

Avevo iniziato già in un altro libro a scrivere episodi inerenti al mio vissuto ma con questa opera sono andata decisamente più a fondo. Ho avvertito il desiderio di "spogliarmi" dalla vesti del passato. Percorso molto spesso doloroso nella stesura che è durata un anno, non mi è stato facile realizzare questo desiderio, gli argomenti che ho trattato sono abbastanza drammatici e ripercorrere il sentiero non è stato piacevole. Anche se oggi ho una consapevolezza diversa e sono distaccata da quel mondo, che però ha sempre fatto parte della mia vita e non si cancella. Oltre che raccontarmi spero di far nascere riflessioni a chi vive il mondo dell'emarginazione e che sta entrando in circuiti di vita negativi.



4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?

La scelta del titolo per me è sempre difficile ma nasce mentre lo scrivo e un argomento mi da lo sunto per il nome adatto.



5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?

Alda Merini, perché aveva una carica umana insolita e un amorevolezza unica.



6. E-book o cartaceo?

Entrambe.



7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?

Fin da bambina mi piaceva scrivere, lo facevo nelle letterine di festa o nei diari che allora erano per noi ragazzine molto importanti. Crescendo non ho mai abbandonato il desiderio di trascrivere le mie emozioni e i miei pensieri su carta.



8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?

Nasce anche dall'idea di trasmettere un messaggio ai ragazzi che entrano nell'infido mondo della tossicodipendenza, in qualsiasi forma essa si presenta. L'aneddoto che voglio citare è un episodio che ho vissuto. Io sono affetta da una patologia che si chiama la Sindrome di Tourette, quindi pronuncio frasi blasfeme unitamente a tic nervosi. Un giorno ero ricoverata in un ospedale psichiatrico e dicevo "Il culo mi parla", venne mia madre a trovarmi e mise un giornale sulla panchina prima di sedersi. Un signore che era lì con noi disse: "Che famiglia intelligente, alla figlia il culo gli parla alla mamma gli legge"



9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?

Dopo tanto lavoro è una gioia infinita ,a me commuove. Mi sembra quasi di aver partorito.



10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?

Adriana, mia cognata.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Molto utile per i non vedenti.

 

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)