Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

27 Set
Vota questo articolo
(2 Voti)

Intervista all'autore - Aurora d'Errico

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?

Chi mi conosce direbbe sicuramente due cose di me: la prima è che difficilmente riesco a stare ferma e la seconda che amo la vita e il sapere più di ogni altra cosa al mondo. In effetti fin da quando ero una bambina la cosa che mi ha contraddistinto più degli altri è sempre stato il fatto di non riuscire a stare ferma per più di qualche minuto a tal punto che una tale iperattività mi ha indotto a frequentare contemporaneamente diversi sport tra cui anche le arti marziali. Altra mia caratteristica è la curiosità per la lettura che mi ha portato a leggere di tutto, dai testi filosofici a quelli di letteratura, dai testi di biologia a quelli di psicologia... Oltre a questo e al fatto che ho sempre scritto poesie e racconti in realtà non mi definirei affatto uno scrittore per non offendere i veri scrittori che hanno tutta la mia stima, ma semplicemente qualcuno che ama esternare le proprie sensazioni attraverso una penna.



2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?

Sicuramente è la sera anzi per essere più precisa è la notte a causa del fatto che ho sempre avuto problemi di sonno e quindi sia la scrittura che la lettura sono stati da sempre i miei compagni di viaggio "notturni" per così dire.



3. Il suo autore contemporaneo preferito?

Ce ne sono diversi ma quella che preferisco per il suo modo di esposizione è di sicuro Daniel Steel.



4. Perché è nata la sua opera?

Ho scritto questo saggio per cercare di capire cosa spinge la maggior parte degli uomini a tradire cercando di dare dei consigli a tutte quelle donne che dovessero trovarsi nella situazione di persone "tradite" dai loro compagni.



5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?

Grazie alla vasta biblioteca di mio padre sicuramente moltissimo se si considera che all' età di quattro anni e mezzo già sapevo leggere e scrivere.



6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?

Credo che sia entrambe le cose a secondo dei momenti che si vivono.



7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?

Considerando che parte del manoscritto raccoglie le mie riflessioni sull'amore credo molto.



8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?

Ovviamente occupandomi nella mia professione di avvocato prevalentemente di diritto di famiglia di sicuro le mie clienti hanno avuto un ruolo fondamentale nel farmi partecipe dei loro fallimenti matrimoniali.



9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?

Al mio caro amico dott. Gennaro Varone che ha deciso di fare anche la prefazione.



10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’e-book?

Mi dispiace per i fautori di Internet ma penso che il mondo del cartaceo non avrà mai fine.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Può rappresentare un'alternativa in aggiunta al cartaceo ma non potrà mai essere la sua sostituzione.

 

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)