Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

22 Mar
Vota questo articolo
(1 Vota)

Intervista all'autore - Michele Arcangelo Carbone

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto?

Sono nato e cresciuto a Sant'Eufemia d'Aspromonte in provincia di Reggio Calabria. A 12 anni mi sono trasferito in Lombardia e già a 14 anni lavoravo nei cantieri edili di Buccinasco.



2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?

Le Mille e una notte.



3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ e-book?

Preferisco sempre il cartaceo.



4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?

Una passione che mi è venuta in relazione all'obiettivo di trasmettere il lavoro di mio padre, un raro esempio di bontà d'animo, semplice e di nobili sentimenti che dedico la sua vita alla famiglia e al lavoro.




5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?

Ho raccolto in questo libro alcune tra le poesie ideate da mio padre e che mi sono state trasmesse oralmente, da piccolo, fino all'età di 12 anni circa. Non tutte le opere di mio padre sono raccolte in questo libro, la maggior parte sono ormai dimenticate. L'esigenza di tramettere e non disperdere il patrimonio di valori contenuto nelle poesie di mio padre mi ha spinto a scrivere questo libro.



6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?

La concretezza e la solidità della vita contadina, contro il profitto indiscriminato, l'arrivismo e l'insensibilità delle persone senza scrupoli.



7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?

Dopo la scomparsa di mio padre, nel 1993, ho sentito il bisogno di iniziare a scrivere questo libro, nonostante la scrittura non fosse la mia passione principale.



8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?

La nascita del libro si accompagna alla mia conoscenza di internet. Malgrado io non avessi dimestichezza con l'informatica, ho voluto fortemente realizzare questo libro e ora sono contento di poter comunicare con facilità anche con i social network.



9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?

Sì, ho bussato a molte porte che non si sono aperte e ho molte volte pensato di non riuscire a portare a termine il lavoro, avevo perso la fiducia. Poi ho incontrato Vito Pacelli, ho letto alcune dichiarazioni di autori seguiti da lui e ho capito che potevo farcela.



10. Il suo autore del passato preferito?

Dante e Pascoli.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Una bella opportunità per diffondere la conoscenza.



 

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Martedì, 22 Marzo 2016 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)