Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

16 Lug
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Carlo Pepe

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?

Paganese di nascita, Salernitano di adozione, ma mi definisco uomo di mondo, poiché tutti i posti belli che visito mi piacciono e avendo a disposizione più vite, ci vivrei, e se ci scrivo qualche poesia in questi posti vuol dire che per me sono non belli, ma bellissimi, ed uno di questi è sicuramente Napoli.



2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?

Sicuramente quando intorno a me regna il silenzio, la tranquillità, in modo da sentire il graffio della penna sul foglio mentre scrivo.



3. Il suo autore contemporaneo preferito?

Sicuramente il poeta senza peccato, colui che scrive senza inventare storie, colui che le storie le ha vissute di persona, colui che tutto ciò che scrive non è altra che verità, momenti vissuti, di dolore e piacere mescolati con ansia paura, ed tante altre emozioni da tirar fuori poi e scriverne le sensazioni.



4. Perché è nata la sua opera?

È nata perché è una storia vissuta, che ha albergato in me per tanti anni, ed era il momento che venisse fuor.i



5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?

Dir tantissimo è ancor poco.



6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?

Nello scrivere si deve raccontare la realtà, altrimenti sarebbero favole.



7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?

La vita, tutto di me c'è in quello che scrivo, altrimenti non scriverei.



8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?

Sicuramente ci sono state e ci saranno persone che continueranno a far parte delle mie opere.



9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?

Le prime sono state mia figlia e mia moglie.



10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’e-book?

Spero di no !



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Sono per la vecchia tecnica, panchina al fresco, lieve venticello, cicale che rumoreggiano, ed in tutto questo il lettore che si gode una bella storia nel leggere.  


 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Giovedì, 16 Luglio 2015 | di @BookSprint Edizioni

Articoli correlati (da tag)

Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)