Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

09 Ott
Vota questo articolo
(2 Voti)

La mia vita è una poesia

È una penna sofferente ma delicata quella che ripercorre sensazioni e stati d'animo profondi dell'autore e che troviamo nel libro "La mia vita è una poesia" di Orazio Quattrocchi. Pubblicata dalla BookSprint Edizioni di Vito Pacelli e disponibile sia nella classica versione cartacea che nella più moderne veste digitale dell'ebook, l'opera si compone di 84 pagine in cui sono racchiuse poesie dal verbo semplice, diretto e malinconico.

 Nato a Torino il 22 dicembre del 1976, Orazio Quattrocchi ha oggi 37 anni ma la sua vita non è stata affatto semplice. Sin dall'età di 4 anni, infatti, gli è stata diagnosticata una rara malattia genetica, la distrofia muscolare di Duchenne, che da diversi anni lo costringe sulla sedie a rotelle, aiutato dai genitori e dal respiratore artificiale che lo assistono 24 ore su 24. Dopo una crisi di broncopolmonite, che lo ha portato vicino alla morte, Orazio Quattrocchi ha avuto una visione del Signore e da quel momento ha dedicato la sua esistenza a Dio e alla chiesa Evangelica della Riconciliazione del pastore Ernesto Bretscher.

Amante della scrittura sin dai primi anni della scuola, tanto da ricevere elogi sia per i temi esposti in classe che per le poesie scritte di proprio pugno, Orazio Quattrocchi ha deciso di racchiudere le esperienze, i pensieri, i silenzi, i suoni e gli altri infiniti aspetti della vita in queste liriche. Si passa, perciò, dall'amore non corrisposto all'amore per Dio, a quello dei suoi cari, in un crescendo di emozioni che non può non risvegliare la sensibilità del lettore, perché la scrittura è uno strumento potente nelle mani delle persone.

Le poesie non sono espresse in rima, ma appartengono ad una categoria che in un certo senso si avvicina alla prosa, pur utilizzando versi e spazi bianchi nella pagina allo scopo di favorire la rievocazione di immagini, colori e rumori che l'autore impressiona sul foglio. Il tutto scandito da una vena malinconica che accompagna Orazio Quattrocchi durante tutte le sue giornate, pur non rinunciando mai al sorriso e a ringraziare il Signore per ogni giorno di vita vissuta. Un universo incantato e meraviglioso in cui è impossibile non perdersi e dal quale non si può non trovare la forza per guardare ad ogni nuovo giorno con un sorriso in più e una lamentela in meno.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Giovedì, 09 Ottobre 2014 | di @Dario D’Auriente

Altro in questa categoria: « Black Dog Un amore strano »

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)