Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

30 Mag
Vota questo articolo
(3 Voti)

Intervista all'autore - Miriam Lee -

Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?
Scrivere è passione pura e divertimento. Provo tante emozioni a seconda del racconto che sto facendo. Mi immergo completamente e viaggio con la fantasia e col cuore.
 
Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?
Molta della mia vita è presente in questo libro anche se un po' romanzata.
 
Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.
Un giorno ho sentito nascere in me il desiderio di prendere carta e penna e iniziare a scrivere la storia che avevo dentro. Sembrava che avessi talmente tante cose da dire che non riuscivo a fermarmi. Stavo scrivendo la mia vita. All'inizio tutto era gradevole ma poi i ricordi mi portavano amarezze e dispiaceri. Metterli sulla carta è stato un modo quasi terapeutico per rivivere quelli belli e liberarmi degli altri. La condivisione sicuramente aiuta. Scrivere questo libro è stata un'esperienza bellissima, intensa e ricca di emozioni.
 
La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stessa per deciderlo tra varie alternative?
La scelta del nome è stata semplicissima...Beri c'era già...ancora prima del libro stesso.
 
In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?
Oggi come oggi, con il risultato della persona che sono, grazie a chi mi è stato vicino con amore affetto e comprensione, se dovessi trovarmi su un'isola deserta vorrei accanto un grande filosofo di vita, e non solo filosofo, Don Luigi Maria Epicoco, del quale apprezzo la profondità nella contraddizione della semplicità dei suoi insegnamenti, un vero medico per l'anima.
 
Ebook o cartaceo?
La mia preferenza è sempre per il libro cartaceo. Ho bisogno di toccare le pagine, di sentire il profumo della carta stampata, di prenderlo e portarlo dove voglio.
 
Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittrice?
Non è stata una scelta ma una risposta ad una improvvisa passione. Ho iniziato e mi sono lasciata prendere la mano. Premetto che non credo assolutamente di essere una scrittrice. Ho letto molti libri anche se la mia memoria ormai è un colabrodo e non posso fare affidamento su essa.
 
Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?
Ho voluto raccontare in questo libro quanto sia importante essere amati. Non importa per quanto tempo o da quante persone, la cosa importante è che qualcuno ci abbia fatto sentire importanti e fortunati perché quando arriveranno le tempeste della vita, quei ricordi ci salveranno. Personalmente ho avuto dei nonni che mi hanno dato molto affetto e soprattutto il nonno paterno durante la prima infanzia mi ha colmato di gesti amorevoli con abbracci, regali, passeggiate alle ville botaniche o al porto oppure i giri in carrozza o al luna park.
 
Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?
Vedere il proprio libro stampato è una grande e bellissima emozione. È un sogno che si avvera.
 
Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?
La prima persona ad averlo letto, quando non era ancora stato rivisto e corretto, è stata una parente. A lei era piaciuto molto, comunque consapevole del fatto che non fossi una scrittrice.
 
Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Penso che l'audiolibro sia davvero un'importante innovazione soprattutto per le persone che hanno problemi nella lettura. Udibile in cuffia se si vuole, si apre un mondo, perché si possono fare tante altre cose mentre si ascolta il nostro libro, come passeggiare, lavorare a maglia, cucinare...ecc...ecc.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)