Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

23 Mar
Vota questo articolo
(17 Voti)

Intervista all'autore - Laura Camposeo -

Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittrice?
Nata a Roma da genitori Pugliesi consanguinei. Ultima di cinque tra fratelli e sorelle. La mia vita è stata un susseguirsi di tanti lavori, non trovando quello giusto, avendo purtroppo, poco studiato. A 15 anni lasciata la scuola, ho incominciato a scrivere poesie su fogli volanti. La scrittura per me è stata sempre un'evasione, e lo è tuttora. Due anni fa con la perdita del lavoro, causa Covid, iniziai a scrivere su una agenda, la storia di Alice, la mia protagonista.
 
Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?
Per me che non lavoro, ogni momento è buono per scrivere, anche se prediligo la mattina, mettendo in sottofondo tramite internet: il rumore del mare calmo, perché mi rilassa. Ma a volte, anche la sera, quando in TV, non trovo niente d'interessante.
 
Il suo autore contemporaneo preferito?
Sicuramente Andrea Camilleri. Mi piacciono molto le sue storie. E non nascondo anche che: mi piacerebbe un domani, trasformare il mio racconto di "Alice" in una fiction o una serie tv.
 
Perché è nata la sua opera?
Perché mi piace scrivere.
 
Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?
La mia è solo frutto della mia fantasia. Non c'è nulla di reale.
 
Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?
È solo unicamente fantasia. O per sentito dire.
 
Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?
Di me non c'è nulla, forse soltanto, quando la protagonista, parla di suo padre, e del suo abbandono. ABBANDONO è una parola per me molto dura. Mi ricorda, quando i miei, per motivi lavorativi, mi hanno messo in collegio che avevo un anno e mezzo. Ne uscì a sette anni. Fu un trauma mai superato…
Ma quella è un'altra storia, che scriverò prossimamente, in futuro.
La storia della mia vita.
 
C’è qualcuno che si è rivelato fondamentale per la stesura della sua opera?
Sicuramente Mirko il fratello, un uomo cattivo e odioso.
Perché grazie a lui, se sarà richiesto, ci sarà il secondo libro, ma stavolta, sarà lui come protagonista.
 
A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?
Dopo alcuni mesi, che avevo spedito il mio racconto, a vari editori, e non ricevendo nessuna risposta, avevo rinunciato e fatto leggere a due amiche, lo scritto. Che è piaciuto, anche se di breve lunghezza.
 
Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?
Purtroppo gli anni passano in fretta e la tecnologia avanza.
E prima o poi il cartaceo sparirà, certo non adesso forse fra vent'anni o di più, questo non è dato saperlo. Anche se a me dispiacerebbe, se il cartaceo andasse totalmente in pensione.
 
Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Sicuramente sarà buona, però, il profumo della carta stampata non si dimentica, o vedere il proprio, libro cartaceo sullo scaffale da mostrare ai propri amici, quello non ha prezzo. Però il futuro avanza e le nuove generazioni si adeguano.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)