Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

14 Feb
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Agata -Bonanno -

Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?
Scrivere è una passione che coltivo da sempre e che mi permette di soddisfare il bisogno di espressione di me stessa.

Genera emozioni talmente intense da farmi sentire, ogni volta, parte integrante delle storie che scrivo.


 

Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?
In questo libro "La Parigina", che mi ha appassionato molto durante la scrittura, ho fatto mie le emozioni che vivono i personaggi, ma emergono anche i ricordi legati alla bellezza delle città di Parigi e Roma, luoghi di ambientazione del libro e visitati più volte nella realtà.


 

Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.
"La Parigina" è un'opera in cui si narra di storie d'amore vissute dai protagonisti nella seconda metà del 1800, in un contesto storico e culturale che abbraccia tale periodo e vuole trasmettere al lettore il messaggio che l'amore trionfa sempre ed è il respiro del tempo in ogni epoca storica.

Ha significato respirare più da vicino un'epoca.

 

La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stessa per deciderlo tra varie alternative?
La scelta del titolo è stata semplice e il romanzo si intitola "La Parigina" perché la protagonista, Marie Dubois, è una giovane donna nata a Parigi.

Il 1 settembre 1870, in piena guerra franco-prussiana, la protagonista intraprende un difficile viaggio in treno alla volta di Roma.

 

In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?
Questa domanda mi lascia perplessa perché non vorrei mai trovarmi su un'isola deserta, tuttavia rispondo che mi piacerebbe trovarmi in compagnia del sommo poeta, Dante Alighieri, ed emozionarmi ascoltando dalla sua voce l'incanto della Divina Commedia.


 

Ebook o cartaceo?
Io adoro il libro di carta, tuttavia questo libro si trova anche in ebook perché alcune amiche che vivono all'estero mi hanno messa al corrente sulla difficoltà di comprare i miei libri in cartaceo.

Quindi "La Parigina" è anche ebook.

 

Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittrice?
Scrivo da sempre e ho iniziato a pubblicare i miei scritti da qualche anno a questa parte, forse perché a conclusione della carriera lavorativa mi sono ritrovata più tempo a disposizione da dedicare alla passione per la scrittura.

Però, scrivere e rendere partecipi i lettori dei miei scritti è diventato cosi importante e appagante che mi sta regalando una nuova stagione di vita, forse la più emozionante.

 

Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?
Questo libro nasce da un viaggio vacanza in treno e dalla consapevolezza che questo mezzo di trasporto abbia un'anima che raccoglie la memoria di storie presenti e passate.

Mi è successo di vedere materializzata la storia "La Parigina" e ho cominciato a scriverla a penna proprio durante il viaggio, su un quaderno che porto sempre con me in borsa.

 

Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?
Personalmente mi accade, come ho detto altre volte, che mentre scrivo ho l'impressione di assistere a un film.

E' come se i personaggi entrassero in scena e scrivessero loro la storia.
Una sensazione bellissima.

 

Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?
il libro non lo ha ancora letto nessuno.

Mio marito ha collaborato con me per la parte storica e quindi è a conoscenza della trama del libro, anzi devo dire che durante i capitoli scritti in treno ci siamo divertiti a divagare su alcuni personaggi storici presenti nel romanzo.

 

Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
L'audiolibro è senza dubbio un importante strumento di lettura, tuttavia i costi per la sua realizzazione sono troppo elevati e non alla portata di tutti.


Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)