Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

09 Feb
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Primiera -

Parliamo un po’ di Lei, dove è nata e cresciuta?
Mi chiamo Alessandra, sono nata a Lamezia Terme dove ho vissuto fino all'età di ventidue anni.
E' una cittadina della Calabria discretamente piccola nel numero di abitanti ma sicuramente "misera “per tanti servizi che non ha, semplice per la vita che offre ai cittadini e soprattutto ai giovani. A Lamezia ho condotto gli studi fino al liceo finito il quale ho intrapreso con poco entusiasmo gli studi universitari di scienza della formazione primaria a Salerno. Lo spostamento fisico necessario per dover sostenere gli esami mi pesava, dunque dopo circa due anni mi ritirai da questi studi. In cuor mio coltivavo un desiderio molto più forte, volevo andare via dal mio territorio, volevo vivere in una città del nord. Il caso ha voluto per me Modena, ove tutt'ora risiedo. Svolgo la professione di docente di scuola d'infanzia.
 
Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?
Sono cresciuta con l'idea un po’ "pilotata" dalla mia allora maestra di scuole elementari che la lettura è tutta bella, che fa bene poiché apre la mente, migliora il pensiero e il linguaggio come espressione. Sono stata per tanti anni poco incline alla lettura mentre ricordo i miei compagni di scuola elementare divorare i grandi classici di letture giovanili; zanna bianca, il giro del modo in ottanta giorni, la capanna dello zio Tom. Personalmente mai letti!
Il primo libro che ho letto con grande entusiasmo è stato verso i quindici anni, lo ricordo bene, lo lessi tutto d'un fiato e lo ricordo con gioia, potendolo anche consigliare. È l'Iliade scritta da Omero.
Credo che sia vero le letture possono essere più o meno tutte interessanti purché cadano nel buon gusto, dico io! Non condivido i gialli o i thriller.
 
Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ eBook?
Io non vedo ancora il disuso del cartaceo se non per i quotidiani. Nella scuola d'infanzia si usa molto il libro, è per noi insegnanti uno strumento ancora oggi molto pratico nel suo uso, indispensabile e non ancora sostituibile con l' eBook che va solo a completare.
 
La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?
La scrittura probabilmente è una dote che si manifesta da subito, da quando si è tra i banchi di scuola in cui si è obbligati a scrivere il famoso tema e secondo me, cresce quanto più ci si appassiona alla lettura. A me accaduto in questo modo.
 
Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?
Era tanto tempo che pensavo di scrivere una fiaba per bambini. Nei miei tanti anni di scuola ne ho lette tantissime e pensavo che prima o poi anch'io ne avrei scritta una ma l'dea mancava...
Ho sempre sentito dire che quando si butta giù qualcosa è l'estrosità che detta il momento e il contenuto. Per me è stato così.
Un giorno d'estate mi trovavo in un paesino della Puglia per fare vacanza, era la festa del paese e vidi un palloncino sfilarsi dal braccio di un bambino, guardandolo volare in alto, mi esprimeva la voglia di sentirsi libero. Probabilmente mi sono immedesimata in quel palloncino in cui ho intriso la curiosità di vedere il mondo e la gioia di essere libero.
 
Quale messaggio vuole inviare al lettore?
I messaggi in questa storia sono sostanzialmente due: il rispetto del pianeta nel senso ecologico e poi la voglia che è intrisa in ogni essere vivente di sentirsi liberi, entrambe violate dall'egoismo umano. Questi sono i messaggi che vorrei inviare al mio pubblico di lettori.
 
La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccola o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?
La scrittura non è mai stato un mio sogno. No.
Mi si è fatta strada poco a poco nella vita, leggendo molti libri in età adulta.
 
C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?
Ricordo con piacere il momento in cui è nata l'idea.
 
Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?
Tantissime volte ho pensato di gettare la spugna e di non portare a compimento il manoscritto, in certi momenti ho avuto serie difficoltà ad andare avanti, non sempre ero fertile d'idee.
 
Il suo autore del passato preferito?
Due autori ricordo con gioia: Susanna Tamaro e Paulo Coelho
 
Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Staremo a vedere, io non sono molto tecnologica e comunque penso che il cartaceo ha un "sapore" insostituibile.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Mercoledì, 09 Febbraio 2022 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)