Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

24 Giu
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Imma Pantone

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?
La mia vita è simile a quella di molti altri, sono una ragazza del sud, vivo in provincia di Matera, in un contesto parzialmente fermo. La scrittura mi appassiona da sempre, diventare scrittrice è sempre stato uno di quei sogni che sembrano irrealizzabili. Scrivere per me è stato un modo per evadere dalla realtà, ho cercato di utilizzare la penna per raccontare quello che vedevo, che percepivo.
 
2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?
Sicuramente è a tarda sera che scrivo, dopo aver terminato i vari compiti previsti dalla giornata, posso rilassarmi, chiudere gli occhi e lasciar andare i pensieri.
 
3. Il suo autore contemporaneo preferito?
Grabriel Garcìa Màrquez, ho amato tantissimo L'Amore ai tempi delcolera, un romanzo ricco di sentimenti.
 
4. Perché è nata la sua opera?
Perchè? sostanzialmente non vi è una motivazione precisa, da diverso tempo avevo in mente la storia dei due protagonisti, che ho deciso di arricchire con riferimenti alle problematiche adolescenziali, così ho sentito l'esigenza di condividere con gli ltri questo racconto, perchè non poteva rimanere chiuso nella mia mente.
 
5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?
Nei miei racconti ci sono molti tratti che richiamano il contesto ambientale che mi circonda, credo sia quasi impossibile ignorarlo poichè esso esercita comunque una certa influenza su di noi.
 
6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?
Ecco, protri dire entrambe, mi lascia evadere dalla mia realtà ma mi permette anche di raccontare alcuni aspetti del reale.
 
7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?
Ogni personaggio credo abbia sempre un po' di me, una caratteristica, dopotutto sono il frutto della mia mente, ma le vicende non mi appartengono, sono immaginarie.
 
8. C’è qualcuno che si è rivelato fondamentale per la stesura della sua opera?
No, nessuno in particolare, come dicevo prima l'osservazione del reale e il ricamo dei sentimenti sono gli unici elementi che mi hanno guidata.
 
9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?
L'ho fatto leggere ad un'amica, o meglio quel che le ho mostrato erano pagine ancora non ben definite, avevo bisogno di un consiglio.
 
10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?
Sinceramente l'ebook non riscontra molto la mia preferenza, preferisco sempre un bel libro cartaceo da poter sfogliare.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
L'audiolibro credo che abbia una sua utilità.
 
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)