Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

24 Giu
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Federica Fregolino


1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?
Sono Federica e sono nata e cresciuta in provincia di Caserta. Da bambina, avevo spesso l'abitudine, nelle occasioni speciali, di scrivere lettere per i miei familiari perché, essendo molto riservata, era uno strumento più efficace per comunicare il mio affetto ed i miei pensieri alle persone che amavo. Il racconto che ho deciso di pubblicare è stato un modo per imprimere la storia della mia famiglia in modo speciale, facendo sì che chiunque la legga possa trarne ispirazione.
 
2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?
Di solito, mi dedico il weekend alla composizione anche solo di brevi lettere o racconti.
 
3. Il suo autore contemporaneo preferito?
Roberto Saviano.
 
4. Perché è nata la sua opera?
La mia opera nasce come necessità di mettere su carta il vissuto dei miei genitori, evidenziando bellezza, autenticità della loro vita, oltre il dolore che ancora mi affligge per la loro perdita.
 
5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?
Ha influito abbastanza. Sono cresciuta in un paesone del Casertano, dove purtroppo c'è una forte incidenza di malati di tumore: le persone convivono con queste problematiche, come fossero influenze comuni. La morte è vista come un elemento della vita stessa e non come una drammatica straordinarietà.
 
6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?
È un modo utile e veritiero di rappresentare la realtà, certo le opinioni ed i sentimenti vissuti nel lasso temporale raccontato sono parte integrante del quadro dipinto e sono stati assorbiti dal racconto stesso.
 
7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?
Vi è una notevole percentuale, dopotutto si tratta della storia della mia famiglia.
 
8. C’è qualcuno che si è rivelato fondamentale per la stesura della sua opera?
No, nessuno in particolare. All'inizio del nuovo anno, complice il periodo di fermo per covid19, ho deciso di intraprendere la scrittura di qualcosa che lasciasse il segno nella mia vita.
 
9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?
Il mio compagno ed una mia cara amica.
 
10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?
Secondo me, c'è una forte tendenza a spostarsi verso la lettura in e book.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Non l'ho mai provata ma credo sia utile soprattutto per l'apprendimento delle lingue.
 
 
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)