Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

16 Ott
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Marco Tombolini

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto?
Sono nato e cresciuto in un paese delle Marche, Porto San Giorgio, a due passi dal mare. Sono legato anche alla città di Macerata, perché è qui che ho vissuto gli anni della formazione e che ho fatto gran parte delle mie esperienze, ma il mare resta sempre il mio rifugio preferito.
 
2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?
Ne consiglierei almeno tre: "La lingua geniale", di A. Marcolongo, "Paradisi artificiali", di C. Baudelaire e "Il sentiero dei nidi di ragno" di I. Calvino.
 
3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ eBook?
Credo che ognuno dovrebbe scegliere il formato che preferisce: il libro resta un importante elemento culturale, che consente da secoli la trasmissione della cultura e che probabilmente non sarà mai abbandonato completamente, d'altro canto bisogna abbracciare l'innovazione, ovvero l'eBook, che risulta conveniente da un punto di vista economico e che consente di avere molti libri in un solo dispositivo digitale.
 
4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?
Un colpo di fulmine.
 
5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?
Il mio interesse per la letteratura latina, per la storia antica, ma anche perché amo avvicinarmi alle grandi questioni, alle grandi problematiche e ai grandi uomini del passato.
 
6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?
Vorrei che potesse essere un'occasione per affascinarsi ad un mondo lontano e a uno dei grandi temi irrisolti dell'antichità, al quale si sono avvicinati tanti studiosi e intellettuali prima di me. Mi piacerebbe che fosse anche un'occasione per riflettere sulla letteratura antica e che questo libro desti curiosità ai lettori, che possano in questo modo farsi una propria idea sul tema trattato.
 
7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?
Mi sono avvicinato alla scrittura per la prima volta con questo libro e spero in futuro di riuscire a scrivere molti altri saggi.
 
8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?
Ricordo con grande orgoglio e grande piacere il sostegno della mia famiglia e dei miei amici, che è stato fondamentale per portare a compimento questo mio lavoro.
 
9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?
No, generalmente quando inizio un progetto importante, faccio di tutto per portarlo a termine.
 
10. Il suo autore del passato preferito?
I più vari: Euripide, Cicerone, Orazio, Baudelaire, Rimbaud, D'Annunzio, Ungaretti, La Penna e molti altri.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Credo che l'audiolibro sia uno strumento molto utile per i non vedenti e per chiunque abbia patologie che gli impediscano la lettura attraverso il supporto cartaceo.
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)