Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

06 Mag
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Maria Alexia Benedicenti

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?
Mi presento: sono un’autodidatta Maria Alexia Benedicenti, per voi Alex, semplice ragazza, sola, nubile, conduco una vita semplice e tranquilla, vengo dal sud. Una serie di eventi accadutimi mi ha portato a scrivere, ho iniziato quasi per divertimento ma successivamente mi sono impegnata per poter far conoscere a chi fosse interessato degli argomenti non sempre attuali e anche per mettere a conoscenza me stessa, di cose che mi hanno tanto tanto coinvolto, un po’ per passione e un po’ per scoprire cose nuove, un’idea per apprendere cose nuove ...
 
2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?
Non ho un orario preciso per scrivere, al momento quando più o meno sono libera dai vari impegni.  Poi la sera normalmente ...
 
3. Il suo autore contemporaneo preferito?
Normalmente De Crescenzo comunque mi piace leggere un po’ tutto.
 
4. Perché è nata la sua opera?
Il primo testo “Un mondo tutto mio” è nato così immaginavo un nuovo mondo fantastico per approfondire un po’ la fantasia dei ragazzi che cambia il mondo.
Il secondo “Sognando in un modo diverso e divertente” nasce come una storia immaginaria ma non futile che ha voglia di conoscere e capire che qualsiasi esperienza è importante e costruttiva e ci fa crescere.
 
5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?
Pensando al momento attuale e non vedendo più i ragazzi impegnarsi come un tempo, sì sono anch’io per la tecnologia, ma opportuna e non inadeguata, ed è pure un giusto relax una sana lettura anche per ridere un po’ o conoscere….
 
6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?
Potrei dire evadere dal contemporaneo quindi isolarsi un po' dalla triste realtà ...
 
7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?
Per un po’ di forse immaginazione è mia, il resto deriva da conoscenze di vari testi ma con considerazioni mie.
 
8. C’è qualcuno che si è rivelato fondamentale per la stesura della sua opera?
Attualmente solo chi l’ha pubblicato e rendo grazie.
 
9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?
A mia madre e chi ha desiderato leggerlo.
 
10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?
Penso che siano degli ottimi strumenti, sono compiaciuta, per aver introdotto il sistema dell’ebook, tendendo sempre ad essere innovativi.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
È una frontiera che presenta un futuro per i ragazzi con un po’ più in difficoltà, facile e nuova per capire lo stile e far appassionare più alla lettura specie i piccoli.
 
 
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Mercoledì, 06 Maggio 2020 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)