Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

05 Mag
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Mikado Francescoji

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?
Scrivere è per me un dono. Ho iniziato a farlo all'età di cinque anni. Lo facevo con l'indice per terra, sui fogli e qualunque realtà che mi permetteva di stare bene. Ho iniziato a farlo nel momento in cui ho detto a mio padre di essere la reincarnazione di Mikao Usui, figlio dell'Imperatore del Paese del Sol Levante Komei-tennò, Custode dell'insegnamento Reiki Fuji e altre vite risvegliate nella crescita. Il dono sta nel manifestare la realtà della reincarnazione. Questo processo è guidato dal Sacro Fuoco che si libera in me e manifesta eventi storici del passato, utili alla crescita collettiva.
 
2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?
Mi ritengo oggi, un perfetto bipolare, pertanto la risposta è il 100%.
 
3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.
La consapevolezza di aiutare la Crescita Collettiva scientifica e Spirituale. Donare quelle risposte sospese nell'Universo sulla Pineale fisica e quella del Corpo di Luce. Ritengo questa mia ultima opera la punta della Piramide dell'insegnamento Energetico-Spirituale-Cristico di cui ne sono alla Guida.
 
4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?
Ogni titolo dei miei libri è venuto da solo. Non mi sono mai preoccupato. Dopo la scrittura del testo, il titolo si manifesta da solo e con esso l'immagine della copertina.
 
5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?
I miei ultimi libri scritti con voi che portano il termine di "Shamballah..." Loro, hanno il dono del vissuto vivo di tutti gli Illuminati e trasmettono i segreti per calpestare la Via che porta al regno degli Illuminazione. Per non parlare della consapevolezza che dopo questo periodo delicato del coronavirus, donano la Speranza in un domani di luce e pace alla nuova generazione. Questo mi fa sentire importante o meglio dire: il Messaggero di Shamballah.
 
6. Ebook o cartaceo?
Non credo che la magia del cartaceo si possa opprimere con l'elettronico. Devo dire però che vedo molte persone che prima non leggevano libri e ora con l'Ebook, ne leggono una moltitudine. Devo essere sincero e dargli questo merito.
 
7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?
Non ho mai pianificato ciò. Sono nato per essere un "Trascrittore" con eventi della mia precedente vita. Facendo un salto quantico, questa realtà si è amplificata nel 1995, nel preciso momento in cui "alcune voce divine" che mi hanno accompagnato nell'infanzia, mi chiedevano di scrivere e donare all'umanità. Mi sono accorto gradualmente che stavo facendo conoscere la vita occulta di Gesù il Cristo e altre realtà storiche che sono parti integranti del mistero Mikado Francescoji. Questo è il motivo del termine "Trascrittore".
 
8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?
Sono stato studiato per decenni da studiosi del campo della Parapsicologia sulla realtà della reincarnazione. Il cuore di questo mio ultimo libro è la Pineale fisica e quella di Luce. Uno dei ricordi più lucidi che porto dalla nascita è quello dei circa nove mesi di gestazione e della famosa fontanella che si chiude dai 4-7 anni, sita all'apice della testa. Ho sempre sentito un vortice che si trasformava in voce e mi diceva che mi avrebbe fatto compagnia per tutta la mia esistenza. Un giorno chiesi al vortice se aveva un nome e la sua risposta fu concisa: Pineale di Luce. Mi disse in seguito che un giorno sarei andato oltre alla conoscenza fisica e avrei svelato tutti i segreti di quella di Luce e del Corpo di Luce degli Illuminati. Questo è il tempo.
 
9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?
È il rovescio della medaglia della sensazione che un essere umano vive durante la fase finale di un rapporto sessuale: svuotamento totale.
La sensazione che vivo al termine del "Visto si stampa", mi dona l'irreale gioia di essere consapevole che quei pochi secondi si sono moltiplicati all'infinito con una sublime esplosione finale che riempie ogni mia cellula fisica e di Luce. Questo è l'Amore puro e la differenza tra sesso e Amore o un libro scritto con parole morte e uno con quelle vive. Il primo svuota e il secondo riempie. Semplicemente!!
 
10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?
Il mio Corpo di Luce.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
L'accetto con Spirito libero. Rimango dal parere che la magia del cartaceo, non sarà raggiunta da nessuna realtà e lo dico con le simpatiche "vesti di Viaggiatore del Tempo".
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)