Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

13 Mar
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Giuseppe Iovino

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?
Dovete pensare che da studente venivo sempre richiamato dall'insegnante per essere tropo conciso, insomma "povero di idee", questo il professore scriveva sul mio foglio protocollo quando me lo ridava indietro. Un giorno passeggiavo con gli amici e ho visto un manifesto che invitava i cittadini ad arruolarsi in Aeronautica militare. Non ci pensai due volte, feci subito la domanda e quale fu la sorpresa? Fui preso e dopo aver passato le visite d'obbligo mi mandarono a Cadimare per frequentare un corso di missilista.
Il tutto accadde nel l luglio 1957 e lì cominciò la mia avventura aeronautica. Mai però, avrei pensato che dopo anni di esperienza in giro per l'Italia e dopo il matrimonio con una meravigliosa veneta, dal quale nacquero due meravigliose figlie, io napoletano, sarei diventato uno scrittore in erba. Infatti se prima ero povero di idee, ora mi devo imporre di smettere di scrivere, altrimenti annoio i miei amici di Facebook. Pensate che ho raccolto tutti i miei scritti che ho pubblicato su Facebook e ne è venuto fuori un libro di 550 pagine.
 
2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?
Preferisco scrivere di mattina, alle 06.00 dopo aver fatto i miei 5 km di footing e anche nel pomeriggio. Da 5 anni però, dopo che mia moglie ha deciso di diventare un angelo lasciandomi solo, scrivo molto di più.
 
3. Il suo autore contemporaneo preferito?
Se li considerate contemporanei Tiziano Terzani o Oriana Fallaci.
 
4. Perché è nata la sua opera?
Perché non ho mai accettato l'accoglienza degli immigrati, pur essendo io un volontario in parrocchia, reputo la carità una sconfitta per chi la riceve e ancor più per molti che non la meritano.
 
5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?
Intanto mi preme dire che non ho nessuna preparazione letteraria, ho appena frequentato il terzo ragioneria per poi abbandonarlo per la mia vita quale maresciallo dell'Aeronautica. L'unica mia preparazione è quella di aver letto molto.
 
6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?
Per me è un modo di raccontare la realtà, attraverso la fantasia.
 
7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?
Molto se non tutto, io scrivo ciò che penso tenendo sempre come presente in ogni mio scritto la vita vissuta passata in giro per l'Italia e Estero. In fondo la vita di un militare è non stare mai allo stesso posto, infatti la mia prima figlia è nata a Novara e la seconda a Rimini.
 
8. C’è qualcuno che si è rivelato fondamentale per la stesura della sua opera?
Sì, la mia grande moglie che ho avuto la fortuna di sposare nonostante i suoi non volevano essendo io un militare e in aggiunta anche meridionale.
 
9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?
A nessuno.
 
10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?
Non saprei, ma avere un libro in mano è come avere l'autore al tuo fianco.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Non saprei, potrebbe andare bene per chi non ha voglia di leggere o per i ciechi.
 
 
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Venerdì, 13 Marzo 2020 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)