Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

26 Giu
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Tiziana Marcoccia

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?
Per me scrivere è prima di tutto un dono per me stessa e poi per i miei lettori quale mezzo di comunicazione. Attraverso i miei libri intendo sempre trasmettere qualche cosa di me e quindi informazioni che possano migliorare le esperienze e la vita di chi legge. Le emozioni che provo sono “un arcobaleno di emozioni”, come dal sottotitolo del mio secondo e attuale libro.
 
2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?
 Uno spaccato importante della mia vita è presente in questo libro. Attraverso le esperienze che condivido con i miei lettori, traspare, senza ombra di dubbio, la mia grande fede Cristiana, che vivo quotidianamente con tutto il cuore, la mente e l’anima. Fede che vorrei trasmettere anche agli altri, perché credendo si vive meglio a 360 gradi già in questa vita e ci si aprono le porte del Paradiso e della vita eterna.
 
3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.
Questo libro rappresenta una mia creatura, nella quale sono venuta molto allo scoperto nel condividere: esperienze, situazioni e messaggi che, per quanto incredibili possano sembrare, rappresentano una parte molto importante delle mie esperienze di vita, religiose e di contatto con un’altra dimensione infinita di Luce.
 
4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?
La scelta del titolo del libro è nata spontaneamente quando ero alla stesura di circa la metà del libro. Nel titolo stesso ho voluto già distinguere le due parti del libro: la prima è una sorta di manualistica dei percorsi di Risveglio Spirituale; la seconda è un effluvio di mie esperienze di varia natura, ma tutte finalizzate al mio grande ed incondizionato amore per il nostro Maestro Gesù.
 
5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?
 Porterei la Bibbia ed i miei due libri: il primo “ Il risveglio dell’Usignolo – Frammenti di Luce” e il secondo “Percorsi e messaggi di Luce – Un arcobaleno di emozioni”, perché ogni volta che li rileggo, anche solo in parte, vi ritrovo nuovi aspetti o nuovi risvolti che non avevo considerato in precedenza. Vi scopro sempre qualche cosa di nuovo.
 
6. Ebook o cartaceo?
Per quanto mi riguarda continuo ad essere un’appassionata sostenitrice del libro cartaceo, infatti la mia casa trabocca di libri, ai quali sono molto affezionata. Tuttavia riconosco che l’avanzare della nuova frontiera tecnologica possa portare con sé una certa percentuale di estimatori dell’e-book, come lettura comunque appassionante di testi.
 
7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?
Ho iniziato a scrivere il mio primo libro: “Il risveglio dell’Usignolo – Frammenti di Luce” all’età di 39 anni circa, quando ero in attesa di tre mesi del mio unico figlio Joshua Maria, nel marzo del 2001. All’inizio l’obiettivo del mio racconto autobiografico era solo quello di lasciare una traccia per mio figlio delle mie particolari esperienze, mentre, dopo dieci anni, il mio manoscritto è diventato il mio primo libro
 
8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?
 L’idea di scrivere questo secondo libro, nasce, inizialmente, dall’essere stata spronata dai lettori del precedente libro, curiosi di conoscere le mie nuove esperienze spirituali negli ultimi anni. Poi il desiderio che altri possano compiere un proprio percorso di Risveglio Spirituale ha aumentato il mio desiderio di tornare a scrivere dopo circa 7 anni dal primo libro. Infine sono stata molto spronata a scrivere dal mio Signore e mio Dio attraverso varie esperienze, quale compimento della mia missione spirituale in questo momento e questo ha fatto il resto. Come aneddoto durante la redazione del libro posso riferire di aver avuto il c.d. blocco dello scrittore quando, negli ultimi capitoli, dovevo affrontare il tema del libero arbitrio o elezione-predestinazione. Per la difficoltà e delicatezza dell’argomento non sono riuscita a scrivere per circa tre mesi. Ritrovando infine l’ispirazione per scrivere dopo tanto meditare.
 
9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?
Si prova una grande soddisfazione, a prescindere da quello che sarà il successo di vendite o meno. È una mia creatura che ha preso corpo ed è nata a vita autonoma. Il ricavato delle vendite del libro verrà devoluto in beneficenza. Pertanto leggere questo libro non rappresenta un caso e senz’altro non lascerà indifferenza nei lettori.
 
10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?
Al momento ancora nessuno ha letto integralmente il libro, in quanto lo stesso è in corso di stampa. Soltanto due mie amiche hanno letto due diversi capitoli e le loro reazioni sono state di grande entusiasmo.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
L’audiolibro può essere senz’altro un’ottima soluzione, prima di tutto per le persone che hanno problemi di vista. Poi può rappresentare una finestra sulla conoscenza di testi scritti anche per persone che hanno poco tempo o poco desiderio da dedicare alla lettura tradizionale, mentre con il solo ascolto si è più facilitati. Sono pertanto favorevole allo sviluppo dell’audiolibro, quale nuova frontiera per la diffusione della cultura.
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Mercoledì, 26 Giugno 2019 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)