Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

28 Dic
Vota questo articolo
(1 Vota)

Intervista all'autore - Diana Grazia Conte

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nata e cresciuta?
Sono nata a New York da genitori di origini ponzesi emigrati. A tre anni però i miei sono rientrati a Ponza dove ho vissuto fino all'età di otto anni, dopodiché ci siamo trasferiti a Formia per consentire a mia sorella maggiore di proseguire gli studi dopo la terza media.
Da sposata sono ritornata a Ponza per poi ritornare a Formia per permettere ai miei figli di frequentare le superiori.
Insomma... un bel via-vai.
 
2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?
Scartando quelli demenziali, qualunque cosa fino a trovare il genere che si preferisce. L'importante è leggere.
Certamente ogni fascia di età va rispettata.
 
3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ eBook?
I tempi cambiano... per me però la carta non perderà mai il suo fascino.
 
4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?
No, nessun colpo di fulmine. È una cosa che mi è sempre piaciuto fare anche se non me ne rendevo neanche conto.
 
5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?
Le cose che sentivo dentro di me. Non so di preciso ma ad un certo punto ho pensato che dovessero venire fuori.
 
6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?
Certamente quello dell'attenzione al prossimo. Il mio mondo perfetto è fatto di case senza porte dove veramente ognuno può soggiornare nella casa dell'altro senza paure e pregiudizi. Il mio mondo perfetto però è fatto di persone che non si sognerebbero neanche lontanamente di fare del male agli altri.
Comunque al di là di questi sogni penso che veramente ognuno di noi può fare la differenza. Io ho inteso farla da cristiana cattolica ma l'Amore (quello con la A maiuscola) va oltre ogni cosa.
 
7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccola o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?
È arrivata sicuramente pian piano.
 
8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?
Diciamo che nasce dal bisogno quasi fisico di far conoscere agli altri quello che succede.
 
9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?
Più volte! Anzi la verità è che più volte ho pensato che dovevo essere impazzita a voler pubblicare un libro. Come ho scritto anche nel libro ad un certo punto l'ho anche messo da parte, non ho creduto più in me stessa.
 
10. Il suo autore del passato preferito?
Non ce n'è proprio uno. Diciamo che mi piacciono i gialli "leggeri" e i polizieschi però leggo un po' di tutto.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Sicuramente una bella iniziativa che va incontro a particolari esigenze. La tecnologia, usata bene, è una gran cosa.
 

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Venerdì, 28 Dicembre 2018 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)