Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

11 Giu
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Vincenzo Murano

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?
Sono nato come uno spirito libero, nondimeno con versatilità all'adattamento. Catapultato nella comunità contemporanea, a mio parere insoddisfacente sotto il profilo esistenziale, ho cercato di aggrapparmi ad una ragione di vita che pur non aliena del tutto dal contesto dove fossi costretto a barcamenarmi, mi allontanasse quanto più possibile dalla ripetitività quotidiana.
 
2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?
Nel libro di cui trattasi sono presenti alcune mie esperienze esoteriche e qualche atteggiamento del protagonista che incarna il mio modo di pensare e di operare.
 
3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.
Come ho già commentato innanzi, ha significato molto perché si è rivelata una importante palestra per esercitare la mia creatività.
 
4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?
Dopo alcuni capitoli ho capito di aver realizzato il titolo.
 
5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?
Non porterei nessun libro. Piuttosto carta e penna.
 
6. Ebook o cartaceo?
Sia Ebook che cartaceo. Ebook per tutto quanto afferente all'effetto pubblicitario. Il cartaceo perché solo tra le mani del lettore esso prende vita.
 
7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?
Fin da ragazzo, dopo aver letto i libri di Salgari.
 
8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?
É nato da una mia idea molto originale. Poi trasformata quando mi accorsi che un regista americano ne aveva rappresentato cinematograficamente una versione similare.
 
9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?
Si prova una dispiegante sensazione di benessere fisico e mentale che va di pari passo con il desiderio di voler lasciare tracce futuristiche di quella che è stata la mia presenza.
 
10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?
Mia moglie che mi rimproverò di aver trattato alcune circostanze con spregiudicatezza.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Credo che l'audio libro abbia la sua importanza, perché utile non solo alla lunga schiera dei diversamente abili, ma soprattutto a chi è costretto come gli autisti a lunghi percorsi e ai passeggeri che vogliono godersi una vera e propria forma indotta di un relax onirico.
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)