Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

13 Mar
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Gianfranco Vanzini

1. Parliamo un po’ di lei dove è nato e cresciuto?

Sono nato a Cattolica in provincia di Rimini nel 1939. Negli anni 50 durante la stagione estiva la maggioranza dei ragazzi lavorava e io ho fatto per 5 anni il venditore di gelati a spiaggia, poi il segretario d’albergo. Dopo il diploma di ragioniere fui impiegato in un’azienda di carburanti e conseguii la laurea in Economia e Commercio. Dal 1967, 15 anni in banca, di cui tre trascorsi a Cesena e due a Reggio Emilia. Poi il ritorno a Cattolica, come Direttore generale della Aeffe spa produttrice di abbigliamento griffato: Alberta Ferretti, Enrico Coveri, Moschino e altri.


2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?

Ovviamente: “La più antica ricetta della gioia”.  Battute a parte, quelli di Alessandro D’Avenia.



3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’eBook?

É un processo naturale. L’eBook è un’invenzione recente e ha portato sicuramente dei vantaggi in termini di facilità di lettura, di trasporto, di disponibilità, ecc. Non credo però che, almeno per molti anni ancora, possa sostituire in toto quello cartaceo.


4.La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?

Può essere entrambi. Per me è stato un colpo di fulmine. Ho provato una emozione e ho pensato che valeva la pena trasmetterla.


5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?

É scritto nelle prime pagine del libro. Era il 2010, alla commemorazione di un amico defunto 4 anni prima, ho avuto la percezione fisica che credere conviene, che fa vivere bene. È stata una sensazione forte e consapevole. Mi è sembrato bello trasmetterla a tutti coloro che non hanno ancora colto questa verità.


6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?

Più che un messaggio, un suggerimento, un consiglio: “Ragazzi, credere che esiste un Dio che ci ha creati e che ci vuole bene è la prima parte della ricetta della gioia. La seconda è: seguire i Suoi Comandamenti.  Che sembrano divieti, ma di fatto sono preziosi consigli che fanno vivere bene,  in pace con se stessi e con gli  altri. Provare per credere”.


7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?

Non era un sogno nel cassetto. É stata la presa di coscienza di una verità che mi aveva colpito e che ho voluto trasmettere  per aiutare tutti a scoprire una delle  caratteristiche  più belle del Cristianesimo: la gioia della fede.


8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere.

É un episodio doppio.  Quando avevo finito di scrivere ho mandato la bozza a due amici: il Vescovo Mons. Paolo De Nicolò e il Prof. don Ugo Borghello chiedendo loro che cosa ne pensavano e se volevano aggiungere qualcosa. Con mia grande sorpresa e soddisfazione sono arrivate le due belle note finali che hanno completato e impreziosito il libro.


9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?

No.


10. Il suo autore del passato preferito.

Forse è una risposta scontata, ma per me è Dante Alighieri.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera dell’audiolibro.

É una novità certamente interessante e in molti casi utile.

 

 

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Martedì, 13 Marzo 2018 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)