Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

28 Dic
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Alfredo Biondolillo

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?

Quando scrivo mi sembra di comunicare con la mia creativa più profonda, entro in contatto con l'immaginazione, mi ritrovo dentro a una stanza dove conosco ogni angolo e so dove andare a prendere ciò che mi serve, e quando riesco a lasciarmi andare tutto scorre come già predefinito. Un disegno che lentamente prende forma grazie anche alla parte bambino che ho sempre tenuto a disposizione.



2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?

Diciamo che in certi passaggi ci sono immagini di vita reale che vedevo in modo nitido e da lì partiva l'immaginario.



3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.

Una sfida, scrivere per me è condividere con gli altri, lo amo fare attraverso monologhi, lettere, storie comiche. Scrivere un romanzo e divulgarlo significa vincere la paura del giudizio di non sentirsi adeguati. Oggi so che posso farlo e continuerò a coltivare il mio talento, perché sono riuscito ad andare oltre.



4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?

Il titolo come tutta la storia era già a mia disposizione, non ho dovuto combattere con nessuna scelta.



5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?

Il libro che mi ha aperto la mente è stato l'Alchimista di Paolo Coelho, uno dei miei scrittori preferiti e che mi accompagna ancora oggi con la sua saggezza.



6. Ebook o cartaceo?

Cartaceo, amo il profumo della carta e il suono delle pagine nel momento in cui lo sfogli.



7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?

Mi piace mettermi in gioco e nella mia vita l'ho fatto in tanti campi, dal teatro ai corsi di comunicazione, ai corsi di crescita personale, meditazione, insomma mi piace imparare per condividere e mi mancava uno strumento fondamentale come la scrittura. Mi piace quando parlano dei miei personaggi e si rivedono in essi.



8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?

L'idea è nata nelle mie notti insonne, invece di lamentarmi ho preferito utilizzare la mia energia in qualcosa di costruttivo. Quando penso al mio libro mi rivedo chiuso nella stanza di mia figlia con le cuffie e la musica che mi trascina in una storia che lentamente prendeva vita.



9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?

Una bellissima soddisfazione, un sogno che fin da bambino volevo realizzare, si perché uno dei miei giochi preferiti era quello di inventarmi fumetti. Ogni volta che capisco di aver realizzato un libro mi viene voglia di scrivere ancora per continuare a far uscire una parte di me.



10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?

Un'amica molto importante, una persona con la quale ho condiviso la passione per il teatro, e quando mi ha scritto una mail con il suo parere, ho pianto commosso perché avevo capito di aver toccato con la mia storia un'altra persona.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Mi piace molto l'idea dell'audiolibro perché facendo teatro riconosco l'importanza della comunicazione attraverso la voce.



Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


2 COMMENTI

  • Link al commento fabi inviato da fabi

    Ho letto in libro in poche riprese...non riuscivo a smettere! É un libro che romanza dei passaggi di crescita personale molto importanti. Attraverso il racconto Alfredo é riuscito a dare degli spunti di riflessione su come siamo e come gestire alcuni momenti della nostra vita. Spero in altre sue opere

    Mercoledì, 07 Febbraio 2018 18:33
  • Link al commento Alessandro inviato da Alessandro

    Complimenti per il libro, hai un bellissimo modo di scrivere, con semplicità fai affezionare i lettori ai personaggi che come nella vita di tutti i giorni cercano di andare avanti nel migliore dei modi, una storia che appassiona perché molto reale!

    Lunedì, 29 Gennaio 2018 20:29

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)