Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

21 Ott
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Giada Cecolini

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?

Vengo dall'isola d'Elba e abito ancora qui. Mi è sempre piaciuto sia leggere che scrivere fin da quando ero piccola. Però la prima volta che ho iniziato a buttare giù una storia avevo undici anni e da lì è diventato un sogno diventare scrittrice!



2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?

Se potessi scriverei sempre però non potendolo fare di solito lo faccio o di pomeriggio o durante la notte quando l'indomani non ho scuola.



3. Il suo autore contemporaneo preferito?

Mi piace leggere sempre cose nuove però se dovessi sceglierne uno sicuramente direi Jamie McGuire! Credo che le sue idee e la sua cultura sugli argomenti trattati sia di pochi.



4. Perché è nata la sua opera?

Il mio obiettivo è far capire al lettore che la cattiveria non supererà mai il bene perché di solito l'amore è più forte. Mi piaceva, però, parlare di esseri soprannaturale proprio perché ho sempre avuto un amore per gli angeli e mi sono sempre appassionata alle loro storie.



5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?

Il contesto sociale ha influito tanto perché alcune descrizioni sono state prese dal mondo che mi circonda.



6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?

Ho sempre pensato che fosse un’evasione dalla realtà perché io scrivo per uscire da questo mondo ed entrare nel mio universo immaginario. Crescendo però ho capito che scrivendo io posso raccontare agli la mia realtà è questo mi ha aperto molte strade.



7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?

Tanto, a partire dai personaggi principali a quelli secondonati. Però il personaggio dove mi rivedo di più è Lia perché i suoi pensieri, le sue scelte e il suo comportamento fanno parte del mio carattere.



8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?

Sì e anche più di uno. Per primo la mia famiglia e per secondo i miei due migliori amici.



9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?

A mia Nonna materna! Mi ha sempre sostenuto ed è sempre stata vicino a me.



10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’e-book?

Non si può mai sapere anche se con il mondo in cui viviamo è l'unico futuro possibile. A me non piace come futuro perché per me sentire l'odore di un libro appena comprato è una sensazione molto piacevole



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

A dir la verità preferisco essere io stessa a leggere non perché sia diverso ma perché leggendo da sola riesco a immagine e dare una voce alla narrazione.

 



Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)