Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

18 Ott
Vota questo articolo
(3 Voti)

Intervista all'autore - Massimiliano Minaudo

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?

Scrivere per me è una vera passione ed essa stessa mi spinge al pensiero di comunicare ciò che ho nel profondo del mio cuore. Fra tremore, ardore e fascino esprimo i miei pensieri, condivido il mio sapere ed esterno la mia conoscenza. Non bisogna irretire la cultura entro schemi poliedrici e asimmetrici, anzi, è necessario manifestare con chiarezza, delicatezza e amore quello che si è appreso per goderne insieme agli altri i giusti frutti.



2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?

Molto.



3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.

Guidato dalla speranza e dalla fede ho portato a termine un desiderio che fin dalla mia adolescenza custodivo nell'intimo.



4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?

La scelta del titolo è stata relativamente semplice, alla fine ha prevalso ciò a cui dedico costantemente i miei studi e la mia ricerca.



5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?

Il libro a me più caro è "l'imitazione di Cristo". Senza carità tutto è vano, la vita che viviamo ci proietta verso un futuro che è eterno, senza tempo e spazi limitati. Non si è mai soli neanche in un'isola deserta se il cuore è ricolmo di pace e non ci rimprovera nulla di quanto abbiamo fatto.



6. E-book o cartaceo?

Pur essendo un informatico preferisco il cartaceo, il rumore delle pagine sfogliate sotto la quiete delle mie pareti non ha metro di paragone.



7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?

Mi piace scrivere e il libro rappresenta il connaturale autentico corrispettivo della mia essenza, l'essere un semplice uomo di cultura.



8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?

Il testo nasce dalle mie pregresse esperienze in ambito didattico. Un mio caro amico, un giorno mi disse: "perché non raccogli le tue dispense e pubblichi un libro che le contenga tutte?" In effetti, essendo lui un bravo manager, pensai che avesse davvero ragione e così nacque l'idea di farlo veramente.



9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?

Tanta gioia ed emozione.



10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?

Nessuno ha mai letto il libro prima della sua pubblicazione.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

L'audiolibro è "freddo" ma allo stesso tempo una cosa buona per coloro che hanno delle difficoltà (dislessici in particolare).


 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)