Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

19 Set
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Domenico Ventrella

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?

Scrivere è quel momento magico della nostra giornata nel quale dimentichiamo tutte le nostre ansie quotidiane, le paure, le difficoltà e ci rifugiamo in un mondo migliore e tutto nostro, dove diamo libero sfogo alla nostra fantasia, dove possiamo essere chiunque, dove non abbiamo bisogno di indossare maschere e dove non dobbiamo compiacere nessuno tranne noi stessi.



2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?

Quasi nulla, spesso per assecondare gli stereotipi moderni dobbiamo celare le nostre fragilità e i nostri sentimenti, mentre in questa mia opera niente è celato e niente è filtrato, le parole raccontano ciò che l' anima prova in una dolce trama di affetto ed un libero lasciarsi andare sulla scia dei ricordi del nostro passato.



3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.

Questa mia nuova opera è un dolce richiamo a valori e ricordi perduti, ogni scena raccontata nelle mie rime rievoca il sapore di qualcosa del passato che ognuno di noi possiede scalfito nel cuore. Amore, passione e sincerità uniti in un connubio di parole che qualunque lettore può far proprio e dedicare a chi più si ama in questo viaggio infinito chiamato vita: questo è "Quella rima in fondo al cuore".



4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?

"Quella rima in fondo al cuore" è il risultato spontaneo e naturale di un analisi introspettiva alla ricerca di qualcosa da dare e condividere con gli altri di me stesso, ogni parola è stata scelta per raccontare di me come chiunque possa fare raccontandosi al proprio prossimo.



5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?

Sono cresciuto nel mito di Petrarca e delle sue opere che mi hanno fatto da sempre sognare ed immaginarmi nel suo periodo storico seppur corrispondendo l'amore in un concetto straordinariamente moderno ed attuale.



6. E-book o cartaceo?

L' odore della carta stampata, il suo colore magari antico e qualche fiore messo al suo interno penso sia un dono divino da non dimenticare e disperdere.



7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?

Nella mia vita quotidiana faccio un lavoro molto duro, pericoloso e virile come l' autista quindi per me poter compensare la mia parte professionale con il lato romantico e sensibile è un giusto equilibrio che mi spinge ogni giorno ad essere una persona migliore.



8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?

Nasce vedendo la crisi sentimentale e di valori che le nostre generazioni stanno vivendo nei giorni d' oggi, spero che il mio libro sproni anche solo una persona ad abbandonare la maschera di durezza e distacco sociale dal proprio prossimo e così facendo riscoprire la bellezza di amare la vita e se stessi.



9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?

È il giusto compimento di un qualcosa nato in noi che, condiviso, deve servire ad arricchire sentimentalmente il prossimo.



10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?

Non ho ancora fatto leggere niente a nessuno, in quanto voglio che le persone si facciano una loro idea del senso del mio libro, rimanendo magari sorpresi nello scoprire nelle mie rime magari qualcosa che non ho mai avuto il coraggio di esprimere.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

È una nuova fermata del binario del progresso che presto verrà superata ma che sicuramente lascerà piacevoli ricordi ai lettori contemporanei.

 


 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Martedì, 19 Settembre 2017 | di @BookSprint Edizioni

Articoli correlati (da tag)

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)