Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

04 Ago
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Massimo Matera

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?

È il mio primo libro, la risposta, quindi, non può che essere relativa a questo mio primo approccio al mondo della scrittura. In ogni caso scrivere questo libro è stato per me semplicemente un modo per rilassarmi, come per chi fuma una sigaretta o ascolta della buona musica. Mi auguro solo che il lettore, leggendolo, non si rilassi anch'egli eccessivamente, prendendo sonno.



2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?

Fortunatamente non sono mai venuto a contatto con terroristi dell'Isis, come accaduto ai protagonisti del libro, anche se non nego che, ascoltando mia moglie quando sgrida le nostre figlie, ho qualche dubbio. Ovviamente scrivendo si attinge da esperienze dirette o indirette, come credo sia inevitabile che sia, esasperandone semmai i toni ma cercando di individuare sempre quell'elemento, quella situazione, quella circostanza comune ai più, così da far identificare il lettore in uno dei protagonisti dell'opera.



3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.

Ha significato trascorrere piacevolmente del tempo, facendomi quattro sane risate, spero condivise dal lettore.



4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?

È stata abbastanza semplice. Ci tenevo a creare un titolo dal significato non univoco, anche fuorviante, giocando un po’ con le parole, così come ho fatto nel libro.



5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?

"Siddharta" di Hermann Hesse e "Napoli milionaria" di Eduardo De Filippo. Attraverso ambedue, seppur con modalità differenti, credo si possono capire molte cose sulla vita e sull'uomo.



6. E-book o cartaceo?

Credo che l'e-book stia al cartaceo come i soldi virtuali alle banconote. Toccare con mano è altra cosa…



7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?

Il libro credo sinceramente sia stato per me più uno strumento di "evasione" che il conseguimento di un risultato prefissato. Chi vorrà usarmi la gentilezza di leggerlo spero non ritenga preferibile "rinchiudermi".



8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?

L'idea nasce da alcuni simpatici messaggi estivi scritti al telefono con colleghi dell'Università, mentre ero in spiaggia, scherzando sulle "suocere" in generale e che poi ho sviluppato in una storia, spero, piacevole.



9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?

Credo sia vero quello che dicono molti di coloro che scrivono: scrivere un libro è come dare alla luce un figlio. Spero solo che il mio non sia un "aborto".



10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?

Mia suocera, come è giusto che fosse.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Credo sia per certi versi limitante nella gestione della lettura del testo, soprattutto di quelli più impegnativi, ma potrebbe avere delle utili applicazioni.

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)