Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

02 Ago
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Francesco Serio

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?

Salve a tutti i lettori, e grazie per l'intervista che mi proponete! Nasce tutto dal lontano 1989 ai tempi del famoso Movida di Moliterno, una discoteca rinomata negli anni ’80 in un paesino di montagna a 860 mt sul livello del mare... proprio da qui inizia la storia, ovviamente sarebbe opportuno acquistare il libro per leggerla tutta. :) Francesco Serio è un giornalista iscritto all'ordine di Bari e un Produttore Teatrale, ha all'attivo da diverse pubblicazioni e oggi lavora come produttore esecutivo per diverse produzioni a carattere nazionale.



2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?

Solitamente scrivo poco, sono impegnato a scrivere contratti e scritture per artisti, però di tanto in tanto mi isolo nelle ore notturne per riflettere ed è proprio in quei momenti che butto giù le idee!

 


3. Il suo autore contemporaneo preferito?

Non ho autori contemporanei preferiti!



4. Perché è nata la sua opera?

La mia opera è un remake della precedente, nata per far conoscere ad un pubblico ignaro di questo mestiere lo sforzo e la fatica nascosta del produttore teatrale.



5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?

Sinceramente non ho una grande formazione letteraria, ma il contesto sociale in cui vivo è stato parte integrante ed ha contribuito in toto alla mia formazione.



6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?

Scrivere è un modo per raccontare e denunciare ciò che accade! Non amo il Fantasy ma percorro la strada della denuncia, dei fatti veri, di quello che realmente accade per dare informazione.



7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?

Il libro narra vicende reali, ma per motivi di privacy sono stati cambiati luoghi e fatti e persone.



8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?

Nessuno! Solo le mie visioni notturne durante le riflessioni.



9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?

Il mio primo romanzo è stato letto da amici del campo, che mi hanno dato subito assenso e man forte per una pubblicazione.



10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’e-book?

Oggi è già E-book, il cartaceo è in via d'estinzione! È inutile sentire le solite menate "... e ma sia avere un libro tra le mani, sentire le pagine che si sfogliano, sentire l'odore della carta ecc.." tutte cazzate!!! Ormai bisogna adeguarsi al futuro e prenderne coscienza!



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

È un ottimo prodotto a mio avviso!


 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Lunedì, 07 Agosto 2017 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)