Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

01 Ago
Vota questo articolo
(2 Voti)

Intervista all'autore - Andrada Ioana Spataru

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto?

Sono nata a Brasov ed ho vissuto la mia infanzia in diverse città della Romania fino a fine agosto del 2003 dopodiché mi sono trasferita con la mia famiglia qui in Italia nella città di Firenze.



2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?

Ultimo mio libro letto, o meglio, diciamo il penultimo (visto l'ultimo ancora non l'ho finito anche se è dello stesso scrittore) si intitola “Ho bisogno di te” dello scrittore Luigi Cerciello. Consiglierei il libro a chi come me piace leggere racconti sull'amore che mi fa sognare liberamente ed immergermi nella storia raccontata.



3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ e-book?

Penso che ormai poche persone acquistano i cartacei magari anche in un viaggio un pochino può essere ingombrante sicché l'e-book è comodo e a portata di mano di tutti i giorni.



4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?

La scrittura per me viene da dentro ma anche bisogna avere la passione per codesta. Si tratta di raccontare tramite un testo dei sentimenti ciò che si prova!



5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?

La passione per scrittura mi ha spinto a scrivere ed andando riscoprivo delle forti emozioni.



6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?

Vorrei che il lettore legga tranquillamente il testo e con tanto piacere.



7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?

La scrittura è diventato un sogno nel cassetto dalle scuole medie.



8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?

Sì certamente. Ricordo alcuni testi scritti con tanto piacere come ad esempio "Pedalate", "Tanto desiderato".



9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?

Sì, certo. Mi è capitato perché avevo perso le speranze ma poi quella forza riuscivo a ritrovarla molto facilmente perché le frasi mi passarono per testa e credevo fosse un peccato non scrivere certe cose specialmente se si provano o si fanno in prima persona.



10. Il suo autore del passato preferito?

Come autore di poesie le posso dire che era Emily Dickinson e Jacques Prevert.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Non saprei che dire non ho mai provato.

 


 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)