Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

28 Lug
Vota questo articolo
(2 Voti)

Intervista all'autore - Daniela Pin

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto?

Sono nata e cresciuta a Bologna ma sono di origini venete, i miei sono di Padova e Mestre. Attualmente vivo fuori Bologna vicina alla natura che amo profondamente e da dove traggo energia e pace, per come sono non la troverei in città, amo vivere tranquilla, defilata dalla confusione circondata dal verde e dai miei gatti, amo gli animali e devo trattenermi potendo ne avrei la casa piena, io li definisco angeli con il pelo al posto delle piume.



2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?

Non mi sento in proposito di consigliare un titolo preciso o un autore, ma mi sento di dire che ritengo molto utile per l'evoluzione dell'anima e l'apertura del cuore leggere libri di sensibilizzazione su temi come la spiritualità vera, l'amore per il nostro pianeta e gli animali, letture insomma che aprano il cuore e facciano entrare in empatia con il tutto la persona che legge. Sensibilizzare i giovani a tal proposito è un passo fondamentale, soprattutto in questo momento storico ed evolutivo dove si tenta di spersonalizzare tutto e tutti, togliendo speranze e buoni principi.



3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ e-book?

Ogni innovazione porta cambiamento, lo vedo utile in molti casi come nei viaggi ad esempio, o in caso di mancanza di spazio hahahha!!! Ma io sono della vecchia guardia amo il cartaceo non lo cambierei, l'odore della carta, le pagine sottolineate o annotazioni a bordo pagina... fanno di un libro un compagno, e questo è per me una componente importante della lettura e dello scrivere.



4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?

L'amore per la scrittura è un amore lungo una vita, ho sempre amato leggere... un po’ come se la mia anima sapesse che dovevo imparare per risvegliare una parte importante di me, la me scrittrice! E ho sempre desiderato scrivere sin da bambina...poi è arrivato il momento giusto, il giusto tempo, tutto avviene quando il tempo è quello giusto non prima e non dopo...



5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?

Questo libro è nato in un soffio, è fluito fuori da me…le parole arrivavano da sole, nessun pensiero, solo un flusso continuo e veloce, intuizioni, ricordi, vita. Lucciole nella nebbia racchiude una parte importante della mia vita, un passaggio, una trasformazione, scrivere mi è servito a concretizzare episodi accaduti e mi ha dato la possibilità di trovare un filo conduttore, un puzzle che sotto le mie dita grazie alle parole prendeva forma e cresceva, l'opera finale...il quadro da appendere ...la mia vita. Un punto da cui poi rinascere per andare avanti.



6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?

Un messaggio di fiducia, di apertura, un esempio, anche se piccolo, di come le cose possono cambiare, basta avere fiducia in sé stessi e nel tutto...e nel nostro angelo custode...ma non solo... imparare a seguire i segni che ogni giorno ci vengono dati, imparare ad ascoltarsi ed entrare in contatto con la nostra parte profonda e saggia che esiste in ognuno di noi. Riconoscendo la nostra parte divina ci permette di non identificarci totalmente con la nostra parte terrena, un bilanciare bene le nostre due nature: terra e cielo...per diventare non troppa terra e non troppo cielo.. .una giusta via di mezzo unita ad una grande apertura del cuore.



7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?

Un sogno sì...o meglio una cosa concreta presente nei pensieri, con cui del resto creiamo la nostra realtà quotidianamente, un qualcosa che da sempre sentivo in me, nelle mie corde e se una cosa è realmente parte di noi e la coltiviamo con i giusti pensieri al momento opportuno dalla parte creativa passerà inevitabilmente alla parte concreta arrivando a noi.



8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?

Solo il periodo che stavo vivendo di profondo cambiamento e di crisi, questo stato d'animo mi ha permesso di entrare in profondo contatto con la mia anima, ringrazio quel dolore che mi ha dato la giusta spinta per riconoscere la mia vera strada, è da momenti di tormento che in genere si hanno le maggiori spinte evolutive, sono come carburante che riaccende il fuoco che è in noi magari fino a quel momento assopito…e poi arriva la giusta benzina ecco è in quei momenti che l'anima ti riporta sulla giusta strada, che corregge la tua rotta e ti riporta a casa.



9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?

Il pensiero che avevo mentre scrivevo era che stavo scrivendo non sapendo bene quale sarebbe stato l'esito finale...innanzitutto scrivevo per me, per guarirmi, me lo dovevo, ma la spinta interiore era tanta ed il libro è nato velocemente, quando le cose sono nel cuore non hanno bisogno di tanto tempo per concretizzarsi perché sono già fatte le devi solo individuare e portarle alla luce.



10. Il suo autore del passato preferito?

Non c 'e un autore da cui mi sento rappresentata ho letto tanto e i generi erano i più vari, Wilbur Smith è stato uno degli autori di cui credo di avere letto tutti i libri, amo gli animali, la natura, l'Egitto quale autore meglio di lui... Poi pian piano ne sono arrivati tanti altri con filoni simili, dopo di che la mia sete di sapere è passata alla spiritualità, Yoga, Angeli e tanto altro.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Penso possa essere interessante e di aiuto per tante persone che grazie a questa innovazione possono godere diciamo della "lettura".

 

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Sabato, 29 Luglio 2017 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)