Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

13 Set
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Fabio Manenti

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?

Mi chiamo Fabio Manenti, sono nato a Iseo l'8 ottobre 1974. Abito a Sale Marasino, un bellissimo paese affacciato sul lago d'Iseo. Dopo gli studi obbligatori, ho conseguito il diploma di Odontotecnica, a Brescia. È proprio in questi anni che inizio a comporre le prime poesie. Ho frequentato il primo anno della Facoltà di Biologia a Parma, ma ho lasciato gli studi ben presto. Ho conseguito l' attestato di massofisioterapista, nel 1996. Nel corso degli anni ho fatto diversi lavori, attualmente lavoro in un centro commerciale come addetto alle vendite.

 
 
 
2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?

Il momento che preferisco per dedicarmi alla scrittura è la sera/ notte.



3. Il suo autore contemporaneo preferito?

Il mio autore contemporaneo preferito è Leo Buscaglia. Mi piace perché tratta temi legati alla società.



4. Perché è nata la sua opera?

La mia opera è nata, perché attraverso la scrittura mi sfogo, evado dalla quotidianità. Scrivere per me significa estraniarmi dalla monotonia di questa società ormai diventata consumistica.



5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?

Il contesto sociale nel quale ho vissuto ha influito moltissimo nella mia formazione letteraria. Il vivere di tutti i giorni, una delusione amorosa, una sciagura o vincere una lotteria influiscono la scrittura.



6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?

Per me scrivere è sia evadere dalla realtà che un modo per raccontare la realtà, oserei dire evadere per raccontare. Nella stesura del libro ho trovato sollievo, giovamento. È stato un modo per riflettere su tematiche diverse, con l'intento principale che anche il lettore possa fermarsi a riflettere e rivedersi.



7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?

Nel mio libro, c'è tutto di me, dai miei pensieri alle mie azioni. Mi rispecchio molto, in quello che ho scritto. Ho affrontato le tematiche più diverse, dall'amore, alla morte, dalla passione all'estraneità nel mondo, ma anche la speranza e il suggerimento di non sprecare le occasioni che la vita offre. Tutti temi che mi hanno coinvolto in prima persona. Credo che anche il lettore possa rispecchiarsi in alcuni di questi temi e fermarsi a riflettere.



8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?

Per la stesura dell'opera ringrazio me stesso per aver fornito e organizzato il materiale, la mia fidanzata e senza dubbio la casa editrice Booksprint Edizioni.



9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?

Ho fatto leggere il romanzo alle persone a me più care e ai miei amici.



10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’e-book?

Secondo me sì, il futuro della scrittura è l'e-book. Credo, però che sia un segno negativo e di chiusura della società che ne limita il dialogo.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Sicuramente è un'ottima opportunità soprattutto per chi ha delle disabilità visive.

 

 

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

 

Martedì, 13 Settembre 2016 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)