Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

22 Lug
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Arcangela Piera Delena

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?

Ho imparato a leggere e scrivere a cinque anni. Da subito ho amato le parole scritte che traducevano le mie emozioni. Ieri come oggi è l'impulso del momento che diventa necessità impellente di mettere a fuoco i miei sentimenti e di trasformarli in versi. Tutto questo mi dà un senso di pace immediato. È una sensazione bellissima.



2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?

Posso dire che il libro praticamente rappresenta la mia vita. Tutto quello che mi accade intorno lascia una impronta, sia in positivo che in negativo. Quell'impronta si trasforma in poesia.




3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.

La prima parola che mi viene in mente è libertà. Finalmente sono riuscita a "recuperare" l'adolescente triste e problematica che ero, insieme ora viviamo un momento di grande soddisfazione, direi quasi di riscatto. Una conquista importante che coincide con il traguardo dei miei primi sessant'anni.



4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?

"La donna che sono" è una poesia recente. Ispirata dal fatto che da quando sono andata in pensione ho scoperto una nuova dimensione. Mi sono subito resa conto che questo sarebbe stato anche il titolo ideale per questo libro.



5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?

Amo molto leggere romanzi. Quello che porterei con me su un'isola deserta è senz'altro "I pilastri della terra". L'ho amato dalla prima all'ultima pagina, per la sua intensità, per la ricostruzione storica, per le sensazioni che mi ha trasmesso. È stato come fare un lungo e avventuroso viaggio.



6. E-book o cartaceo?

Entrambi. L'e-book per motivi pratici. Senza dubbio lo trovo utilissimo in determinate circostanze. Il cartaceo per la sensazione irrinunciabile di voltare le pagine e, perché no, di sentire il peso del libro (amo molto leggere volumi consistenti).



7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?

L'idea di essere una scrittrice in carriera mi fa sorridere. In realtà tutto è avvenuto per caso. Ho scritto per la mia amica pittrice alcune poesie dedicate ai suoi quadri. Ne è rimasta particolarmente colpita e le ha volute esporre insieme alle sue opere. Ho ricevuto molti apprezzamenti, la mia amica quindi mi ha consigliato di attivarmi affinché questo mio "talento" non restasse nascosto. Così mi sono mossa in tal senso.



8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?

Curiosa di sapere quanto le mie poesie fossero "interessanti" ho chiesto un parere a Sante Serra, anch'esso vostro autore. Il suo giudizio è stato molto favorevole. Mi ha incoraggiato a proseguire. Mi sono messa all'opera: ho raccolto il materiale che avevo conservato in questi anni (la più vecchia delle mie poesie risale al 1970) e dietro la sua paziente guida sono arrivata fino a voi.



9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?

Incredulità sicuramente. Io che pubblico le mie poesie??? Se me l'avessero detto un anno fa avrei senz'altro riso. Ora è una realtà. Sono molto felice.



10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?

A parte Sante Serra che mi ha aiutato, la prima persona che ha letto il mio libro è stato mio fratello che vive una America. Le parole di apprezzamento che mi ha scritto, la sua commozione, la sua meraviglia per avere "scoperto" questa mia capacità, hanno reso questo mio libro ancora più prezioso. La gioia di condividere questa opera con le persone a me vicino, mi dà comunque un successo impagabile.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Penso sia un'idea fantastica. Pratica e suggestiva nello stesso tempo.

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)