Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

23 Gen
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Gabriella Campo

Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Perché è nata la sua opera?

Mi chiamo Gabriella Campo e abito a Milano. Mi sono laureata in Matematica presso l’Università Statale di Milano. Insegno Matematica, Fisica e Informatica presso il Liceo “Maria Immacolata” di Gorgonzola dove lavoro da 15 anni. Tutti i giorni sono a contatto con ragazzi di età compresa tra i 14 e i 19 anni con le loro gioie e le loro difficoltà. In questi ultimi anni nelle classi in cui insegno ho avuto molti studenti con disturbi specifici dell’apprendimento, soprattutto discalculici e ho notato che, in commercio o sul web, a livello di scuola secondaria di II grado, esistono pochi materiali che possano aiutare questi studenti.

Ho deciso, quindi, di iniziare a scrivere un primo manuale di matematica proprio per loro ricco di schemi, esercizi risolti , formule e mappe concettuali. Gli argomenti trattati in questo volume sono: esponenziali, logaritmi, goniometria, trigonometria, calcolo combinatorio e calcolo delle probabilità.



Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?

Non c’è un momento particolare della mia giornata dedicato alla scrittura. Scrivo nel tempo in cui sono libera dagli impegni lavorativi e familiari.



Il suo autore contemporaneo preferito?

Indipendentemente dal tipo di libro che ho scritto, mi piace molto leggere. Mi appassiona molto la letteratura poliziesca nordica da Stieg Larsson a Camilla Läckberg; mentre tra gli autori italiani il mio preferito è Camilleri e tutta la serie delle inchieste del commissario Montalbano.



Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto? Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto? C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?

Visto che il mio libro non è un romanzo ma un manuale di matematica per studenti DSA, più che di contesto sociale posso affermare che ciò che mi ha influenzato a scriverlo è stato l’ ambiente lavorativo. I ragazzi discalculici in Italia sono ormai il 3-5% della popolazione scolastica. La loro maggiore difficoltà è la memorizzazione delle formule e l'automatizzazione dei procedimenti algebrici che impediscono di acquisire tecniche di calcolo veloci. Ho deciso, quindi, di scrivere questo manuale per aiutarli ad esprimere comunque le loro potenzialità e favorirne il raggiungimento del successo formativo. Ogni studente discalculico ha le sue difficoltà e ha bisogno di misure compensative personalizzate. Nel senso che c’è chi trae vantaggio dall’uso di mappe concettuali, c’è chi ha bisogno di esempi commentati per capire un certo argomento. Osservando i miei studenti ho cercato di scrivere un manuale che raccogliesse tutte queste esigenze. Nella parte finale ho messo, come, allegati, un numero consistente di mappe concettuali e formulari, togliendo volutamente gli esercizi già risolti, in modo tale che i ragazzi possano utilizzarli anche durante le verifiche.



Secondo lei il futuro della scrittura è l’e-book?

L’e-book è ormai comunemente considerato il futuro intangibile della lettura, il supporto che ci permetterà di leggere libri senza sprecare carta, utilizzando dispositivi hardware leggeri e tascabili. È divenuto un prodotto molto interessante grazie alla facilità d’uso, ai costi più contenuti, alla maneggevolezza che lo contraddistingue da un affascinante quanto ingombrante libro di carta stampata. Gli e-book sono ormai presenti comunemente nella vita scolastica e quotidiana. A mio parere non credo che l’e-book arriverà mai a sostituire i libri; forse ad integrarli.  

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Venerdì, 23 Gennaio 2015 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)