Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

06 Mar
Vota questo articolo
(3 Voti)

TV 2000 intervista Annalisa D’Apice


Annalisa D'Apice, ospite nello spazio Azzurro di "Nel cuore dei giorni" per Tv2000, racconta la storia di un eroe, di un miracolo, del piccolo Mirko che le ha insegnato la vera essenza della vita. La sua storia è da esempio per tutte quelle famiglie, quei genitori, che la natura mette in contatto con il fenomeno delle nascite premature, dei cosiddetti "bambini piuma". Ed è per questo che Annalisa D'Apice ha deciso di trascrivere la sua esperienza in un libro, "Prematuro coraggioso", 268 pagine edite da BookSprint Edizioni e disponibili sia nella versione cartacea che in quella digitale.

 

Nella toccante intervista televisiva condotta da Gabriella Facondo, e anche nel libro, la giovane autrice più volte si lascia andare alla commozione, rivivendo quei lunghi mesi di sofferenza e di speranza, in cui il piccolissimo Mirko si è aggrappato alla vita con la sua forza, la sua tenacia, la sua solarità, per riuscire a portare ai suoi genitori il dono più bello: un figlio.

 

 

 

 

Tutto ha inizio un anno dopo il matrimonio tra Annalisa e Daniele. I due, mai separati sin dai primi giorni del loro lungo fidanzamento, durato dieci anni, vivono in un piccolo paese di Reggio Emilia. Annalisa scopre che dal loro amore sta per nascere una nuova vita e, senza perdere tempo, lo dice a suo marito. «Ero talmente entusiasta e felice che l'ho chiamato al cellulare, cosa che raramente si fa, e gli ho dato la notizia.» Ma a settembre iniziano i primi disturbi, col distacco della placenta. Due ricoveri non bastano ad evitare l'inevitabile. Il 27 novembre iniziano le contrazioni e tre giorni dopo nasce Mirko, di sole ventitré settimane e tre giorni (circa cinque mesi e mezzo). Inizia così la sua storia. «Non pensavo che esistessero bambini così piccoli, 26 centimetri, il palmo di una mano.» Mirko viene trasferito al reparto di terapia intensiva neonatale, in mezzo a tanti macchinari. «Mi hanno trasferita a Bologna perché a Reggio Emilia e Modena non c'erano incubatrici.»

Al Sant'Orsola di Bologna ci resta quattro mesi, giorni in cui continuamente Annalisa si domanda se il piccolo Mirko ce la farà, e più volte le viene detto che dipende solo da mille variabili, ma non da lei. Inizia a sentirsi, perciò, inutile ma non si abbatte e nel giorno in cui il suo piccolo rischia di più la morte va in chiesa a pregare. «Ho pianto tantissimo e pregavo Gesù di farlo vivere, poi mi sono affidata a padre Pio.»

Dopo quattro mesi, tra marsupio terapia, musicoterapia e l'aiuto dell'equipe di dottori e infermieri del Sant'Orsola, finalmente Annalisa e Daniele possono portare Mirko a casa. «Oggi ha quattro anni. È un bambino bellissimo, vivacissimo, pieno di vita, sa tutto lui, ed è solare. Ma nessun bambino dovrebbe lottare mai per la vita così presto.»

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Giovedì, 06 Marzo 2014 | di @Dario D’Auriente

Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)