Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

24 Ott
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Francesca Castagnetti

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?

Sono una donna molto forte e sensibile tutti i giorni. Sono nata a Reggio Emilia, provengo da una famiglia spezzata da alcune perdite, togliendomi un’infanzia ma permettendomi di diventare la donna corretta e forte che sono. Penso che la scrittura nasca con te, x quanto riguarda me sono sempre stata una scrittrice.



2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?

Al 90 percento i momenti in cui preferisco scrivere sono le pause lavorative e la notte fonda. Quante volte mi sono svegliata con un idea in testa e spesso verso le tre della notte, sono le idee migliori.



3. Il suo autore contemporaneo preferito?

Laura Facchi, diretta e forte, ultimo libro letto ( Dietro il tuo silenzio).



4. Perché è nata la sua opera?

Quando si hanno tante emozioni, spesso non sappiamo come esprimerle, così ho iniziato a scrivere tutto ciò che mi accadeva per avere uno sfogo diverso. Senza rendermene conto le emozioni sono diventate parole e le parole questo libro.



5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?

Tanto, il contesto dove vivo e dove lavoro non mi permette di esprimere al meglio la letteratura, ma quando sei un letterato qualsiasi cosa svolgi ti aiuta nei rapporti umani.



6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?

All’inizio è un modo per far sapere al mondo chi sei e quanto hai sofferto, poi si trasforma in voglia di volare, di evadere e di rendere il vero fantastico. Quello che sto facendo nel mio nuovo romanzo, volare nella fantasia dei ricordi.



7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?

In questo libro ci sono tutte le pieghe del mio cuore.



8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?

Sì, mio padre Castagnetti Andrea, morto giovanissimo, ma idolo di tutta la mia vita.



9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?

lo letta sulla tomba di mio padre, solo il suo giudizio conta per una bimba. Prima di pubblicarlo l’ho fatto leggere ad una collega che stimo e che negli ultimi anni sta diventando una persona importante, grazie Rosa.



10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?

Il libro cartaceo è molto importante, ma nella vita frenetica in cui viviamo l’ebook è più pratico e più facile da far leggere ad un adolescente.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

È importante specialmente per tutte quelle persone che per problemi fanno fatica a leggere o a tenere un libro in mano.  

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Venerdì, 24 Ottobre 2014 | di @BookSprint Edizioni

Articoli correlati (da tag)

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)