Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

16 Giu
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Gian Paolo Armandi -

Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?
Premesso che non mi sento uno scrittore, non ho l'arroganza e le capacità per sentirmi tale.
Sono semplicemente un uomo (ormai di mezz'età) che nel tempo libero si diletta a buttare giù qualche idea nell'intento di riempire e consumare fogli con pensieri dettati più o meno dallo stato d'animo.
Riordino le confuse idee che ho accumulato durante il giorno e quelle che ho nel cassetto della memoria e così facendo mi rilasso.
Sono perito meccanico e lavoro in un concessionario Ford nell'hinterland Bolognese, in un paese di nome Calderara di Reno. Nelle mie mansioni sono direttamente a contatto con i clienti e così mi trovo a dover fronteggiare diverse personalità da cui prendo spunto per le mie storie.
 
Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?
Ho 2 figli che hanno intrapreso l'attività agonistica a livello internazionale nel Ju Jitsu. Sono entrambi impegnati nel giro della nazionale pertanto devono allenarsi tutti i giorni (a volte sabato e domenica compresi). Nelle due ore che aspetto l'uscita dalla palestra prendono forma i miei racconti sorseggiando qualcosa seduto ad un tavolino del bar adiacente.
 
Il suo autore contemporaneo preferito?
Non ho autori preferiti. Wilbur Smith è forse quello che mi ha più appassionato nei suoi racconti sugli Egizi per la sua capacità di catalizzare l'attenzione del lettore e invogliarlo a leggere il capitolo successivo.
Ma leggo tutti i libri che riesco a sottrarre a mia figlia. Ken Follet, Dan Brawn, Stefan King, Giorgio Faletti, etc.. anche Haruki Murakami (che però non mi esalta)
 
Perché è nata la sua opera?
Dopo aver letto tanti libri mi sono chiesto se io fossi mai stato capace di scriverne uno. Se avessi avuto il coraggio di farlo, di mettere per iscritto uno dei tanti racconti frutto della fantasia. (anche se da sempre ho il vizio di appuntare pensieri, idee o frasi che stuzzicano il mio interesse su un'agenda che porto con me). È stata per lo più una sfida con me stesso.
 
Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?
Prendo spunto da ciò che vedo, da quello che mi circonda e mi emoziona quindi direi che ha influito in maniera incisiva.
 
Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?
È raccontare quello che si sente in quel momento. Le mie sono storie inventate che girano attorno allo stato d'animo del momento.
 
Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?
Ho scritto quello che sento. Quindi posso dire che un po’ mi rappresenta.
 
C’è qualcuno che si è rivelato fondamentale per la stesura della sua opera?
Un amico che conoscendo i miei scritti mi ha convinto a fare il passo di pubblicarne qualcuno. Anche mia figlia Letizia, che è un'assidua lettrice in generale, mi ha esortato a farlo.
 
A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?
A mia madre (che ha pianto due giorni)
 
Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?
Non saprei, è un mondo a me sconosciuto l'editoria e per la prima volta la vedo dalla parte di chi scrive e non da chi legge. Personalmente io amo sfogliare un libro e "giocare" con le sue pagine.
 
Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
È sicuramente uno strumento utile all'intrattenimento di chi non può o riesce a leggere...

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


8 COMMENTI

  • Link al commento Marco inviato da Marco

    Mi sono emozionato nel leggere questa storia. Mi è piaciuto molto e l’ho trovato molto profondo soprattutto nei confronti degli affetti familiari.
    Complimenti Paolo! Bravo!

    Sabato, 13 Luglio 2024 17:59
  • Link al commento Marco inviato da Marco

    Mi sono emozionato nel leggere questa storia. Mi è piaciuto molto e l’ho trovato molto profondo soprattutto nei confronti degli affetti familiari.
    Complimenti Paolo! Bravo!

    Sabato, 13 Luglio 2024 17:59
  • Link al commento Massimo catalani inviato da Massimo catalani

    Volevo fare i complimenti allo scrittore perché è un libro scritto veramente bene si legge molto facilmente è molto scorrevole.
    Ho riconosciuto parecchi dei posti descritti essendo di Bologna, avendo più o meno l'età della protagonista è stato emozionante rivivere certe emozioni.
    Grazie Paolo.

    Sabato, 04 Maggio 2024 16:15
  • Link al commento Massimo catalani inviato da Massimo catalani

    Libro molto bello, ben scritto e fluente da leggere.
    Ambientazioni attuali e luoghi conosciuti aiutano ad appassionarsi.
    Mi ha fatto bene leggerlo.
    Grazie Paolo.

    Mercoledì, 01 Maggio 2024 18:56
  • Link al commento Mauro Brighetti inviato da Mauro Brighetti

    Libro molto emozionante e coinvolgente, è stato molto piacevole leggerlo, complimenti all'autore e consiglio assolutamente la lettura.

    Lunedì, 25 Settembre 2023 19:55
  • Link al commento Rosaria Tritto inviato da Rosaria Tritto

    La forza degli occhi. Un libro pieno di emozioni che ti rimangono addosso.Molto bello! Complimenti all'autore. Consiglio di leggerlo

    Lunedì, 25 Settembre 2023 19:04
  • Link al commento Mario Molinari inviato da Mario Molinari

    Il libro si è letto con scioltezza le pagine scivolavano alla lettura in maniera semplice e piacevole Ho trovato il racconto coinvolgente ti trasporta nei vari scenari di vita.
    È stato piacevole

    Mercoledì, 02 Agosto 2023 16:15
  • Link al commento Filomena Vilotta inviato da Filomena Vilotta

    Il libro è molto bello , intrigante e molto intenso ed emozionante .
    Senti le emozioni adosso molto forti e ti immedesimi .
    Belle le descrizioni e il modo in cui è scritto .
    Il racconto ti prende e vuoi continuare a leggere.
    Mi ha sorpreso e coinvolta in maniera inaspettata .
    Da leggere !
    Filomena Vilotta .

    Giovedì, 22 Giugno 2023 22:40

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2023 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)